Categoria: #HowTo

La campagna “6 settimane per un web sicuro” e la miniserie social coi #Supererrori

La campagna “6 settimane per un web sicuro” e la miniserie social coi #Supererrori

Alcuni giorni parlando con un’insegnante di sostegno sugli effetti del digitale sui ragazzi che segue alle medie, ho avuto un’ulteriore conferma che il digitale e i social se usati male possono divenire una droga. E non si tratta solo di catalizzazione dell’attenzione ma di vera e propria assuefazione, ragazzini che cercano il contatto col cellulare, altri invischiati in chat compromettenti e con minacce, in gruppi che fanno il lavaggio del cervello che portano all’anoressia, altri al suicidio. Ansia e agitazione si impadroniscono dei ragazzi se non possono controllare il cellulare e le notifiche nelle ore scolastiche, fino alle più tragiche notizie come il coma farmacologico per far fronte a questa dipendenza malsana per un ragazzino che ha tentato il suicidio. Racconti raccapriccianti che ripropongo qui con le pinze, e non si tratta di un film ma la cruda realtà che ci circonda, a pochi passi da noi.

Welcome to the reality: meglio aprire gli occhi e iniziare ad essere più consapevoli e non sottovalutare pericoli né “sintomi” e anche per questo motivo oggi voglio soffermarmi sulla campagna di sicurezza in Rete “6 settimane per un web sicuro” e sulla miniserie animata per i social #Superrori che sarà trasmessa anche in tv: sette personaggi per sei settimane che rappresentano i pericoli del web. Continua a leggere “La campagna “6 settimane per un web sicuro” e la miniserie social coi #Supererrori”

Pmi di successo grazie all’uso di Facebook e di strumenti digitali

Pmi di successo grazie all’uso di Facebook e di strumenti digitali

Il digitale non è più un comparto ma un aspetto imprescindibile delle nuove economie che ha avuto un impatto notevole ed un effetto devastante in tutti i settori.

Facebook nasce come un progetto tra ragazzi legato all’ambito universitario, ma ha avuto un’escalation pazzesca e una curva di crescita impensabile ed imprevedibile divenendo una potente rete di business a livello globale che non si può ignorare e non esserci equivale a perdersi succulenti possibilità di successo e di essere conosciuti da un maggior numero di utenti, e quindi di crescere ed aumentare il fatturato.

Continua a leggere “Pmi di successo grazie all’uso di Facebook e di strumenti digitali”

Facebook Marketing per aziende e start up [Infografica]

Facebook Marketing per aziende e start up [Infografica]

Facebook nasce il 4 febbraio 2004 negli Stati Uniti da Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes, progettato inizialmente solo per gli studenti dell’Università di Harvard. Come recita lo slogan: “Facebook aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita”. Nasce quindi per il bisogno di relazionarsi e di socialità insito in ognuno di noi, e non per vendere, ma le aziende e le start up possono usare il social in blu per andare incontro ai loro clienti e potenziali clienti, presiedendo le piattaforme dove trascorrono il proprio tempo, per raccontarsi attraverso post, foto, video, creare una relazione e fornire assistenza ed investendo denaro nelle sponsorizzazioni per avere maggiori e più proficue possibilità di raggiungere il proprio target.

Vediamo le statistiche ed i numeri di Facebook che mostrano come ormai la presenza della propria azienda o start up sul social network è necessaria, ma deve andare ad integrarsi ad una più ampia strategia di web marketing. Poi mi soffermerò su come fare marketing su Facebook: una guida all’uso delle pagine Facebook aziendali con case history, tool, approfondimenti ed infografica.

Continua a leggere “Facebook Marketing per aziende e start up [Infografica]”

Facebook: come avviare una raccolta fondi

Facebook: come avviare una raccolta fondi

Facebook, a distanza di due anni dal lancio negli Stati Uniti, ha introdotto anche in Europa ed in Italia gli “Strumenti di Beneficenza” e la possibilità di aggiungere il pulsante “Fai una donazione” alla Pagina, ai post o ai video in diretta, per raccogliere più facilmente donazioni e fondi per importanti cause, senza uscire dal social network.

Ma quanti donatori ci sono al mondo, quali strumenti e social utilizzano? E come avviare una raccolta fondi su Facebook?

Continua a leggere “Facebook: come avviare una raccolta fondi”

Pinterest per aziende e start up [Infografica]

Pinterest per aziende e start up [Infografica]

Dopo i suggerimenti su come utilizzare Instagram in una strategia di web marketing per aziende e start up, e su come sviluppare una visual strategy con le Instagram Stories, vediamo ora il social network basato sulle immagini, sulle boards e i pin. Pinterest, creato nel 2010 da Evan Sharp, Ben Silbermann e Paul Sciarra, è un social network che molto spesso viene sottovalutato in una strategia di visual marketing ma è utilizzato da 175 milioni di persone, l’80% degli utenti vi accede da dispositivi mobili ed offre 100 miliardi di idee quotidianamente. Inoltre, sempre secondo i dati ufficiali del sito, il 72% degli utenti scopre nuovi brand e servizi proprio grazie a Pinterest, l’87% degli utenti ha acquistato un articolo dopo averlo visto sul social, mentre il 93% lo usa per pianificare gli acquisti. Continua a leggere “Pinterest per aziende e start up [Infografica]”

Instagram Stories per aziende e start up [Infografica]

Instagram Stories per aziende e start up [Infografica]

In una strategia di Instagram Marketing per aziende o start up, possono essere inserite anche le Stories, che riprendono l’idea di Snapchat, ma superando quest’ultimo in termini di utenti attivi. Infatti dal 2011 ad oggi Snapchat ha raggiunto un totale di 161 milioni di utenti attivi, invece Instragram in 8 mesi ha raggiunto i 200 milioni. E per un’analisi più approfondita e per vedere chi tra Snapchat Stories e Instagram Stories vince, rimando all’articolo e all’infografica di Web in Fermento.

Le Instagram Stories sono state introdotte il 2 agosto 2016 e permettono di condividere foto e video all’interno di uno slideshow, con i propri follower per un periodo limitato. Scompaiono infatti dopo le 24 ore e non appariranno più né nell’immagine del proprio profilo né nel feed nella barra in alto di Instagram.

Continua a leggere “Instagram Stories per aziende e start up [Infografica]”

Twitter Marketing per aziende e start up [Infografica]

Twitter Marketing per aziende e start up [Infografica]

Twitter è una piattaforma di microblogging nata nel 2006 e il primo tweet della storia è infatti del programmatore e padre del social network, Jack Dorsey. È utilizzato soprattutto per vedere i trend del momento e per informarsi in tempo reale. Ad esempio la Nasa nel 2008 annuncia la scoperta del ghiaccio su Marte proprio con un tweet e il selfie di Ellen DeGeneres, presentatrice degli Oscar 2014, che scatta con i divi di Hollywood, nel momento della premiazione, pubblicandolo su Twitter, diviene uno dei più retweettati.

Con Twitter i brand possono interagire in modo diretto ed immediato con il proprio target e raggiungere nuovi potenziali clienti ed utenti su scala globale.

Continua a leggere “Twitter Marketing per aziende e start up [Infografica]”

Come utilizzare Instagram in una strategia di web marketing [Infografica]

Come utilizzare Instagram in una strategia di web marketing [Infografica]

Dopo aver visto i cinque motivi per cui un’azienda o una start up dovrebbe essere presente sui social, e come utilizzare Telegram in una strategia di web marketing, soffermiamoci ora su Instragram, il social legato al visual che non permette soltanto di condividere fotografie legate alla propria vita privata, ma può essere utilizzato per la propria azienda in ottica di marketing. È importante riuscire a comunicare l’identità visual del proprio brand e creare una community ed interagire costantemente coi propri clienti e potenziali clienti.

Continua a leggere “Come utilizzare Instagram in una strategia di web marketing [Infografica]”

Come utilizzare Telegram in una strategia di web marketing

Come utilizzare Telegram in una strategia di web marketing

Nel variegato panorama tecnologico non solo i social possono essere utilizzati nel business ma anche le app di messaggistica che permettono di rendere virali messaggi ed articoli.

Telegram è un’app di messaggistica istantanea che è stata lanciata nel 2013 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov, fondatori del social network russo Vkontakte, che presenta una forte crescita. Infatti a soli due e anni e mezzo ha tagliato il traguardo dei 100 milioni di utenti attivi mensilmente e 350.000 nuovi iscritti ogni giorno, con una mole di 15 miliardi di messaggi spediti quotidianamenteContinua a leggere “Come utilizzare Telegram in una strategia di web marketing”

Con la start up Splitit la colletta diviene digitale

Con la start up Splitit la colletta diviene digitale

Oggi ti voglio raccontare una storia fresca, solare e positiva come la primavera che è appena iniziata. La storia di un “cervello in fuga” che dall’Australia ritorna nella sua terra, la Sicilia, con un’idea brillante, innovativa e vintage nello stesso momento. Ricordi il classico “barattolo” di vetro, anche se poi sono “impazziti” fantasiosi salvadanai tra cui la forma più diffusa è il “porcellino” (secondo la tradizione cinese e indonesiana indica l’abbondanza e da noi, del maiale non si butta via nulla) dove mettere i propri “spicci” ed accumulare i risparmi? Partirò proprio dal concetto che esso incarna e mi soffermerò sul funzionamento di Splitit e della sua piattaforma per creare collette 2.0.

Continua a leggere “Con la start up Splitit la colletta diviene digitale”

Ateleba sposa & il blog dedicato al wedding

Ateleba sposa & il blog dedicato al wedding

Nella settimana di San Valentino, non potevo non tornare nella sartoria di alta moda di Elena Barba dove ogni giorno, si respira l’amore e si avverano e prendono forma sogni d’amore. Nell’atelier Ateleba sposa nel cuore di Napoli, sei accolta con tanta professionalità, simpatia e calore e puoi uscirne solo soddisfatta con il sorriso sulle labbra e gli occhi che brillano come due diamanti, e con un prezioso abito da sposa pensato solo per te che affonda le sue radici nelle antiche tradizioni artigianali napoletane e nel made in Italy, ma che si apre alla creatività, a personalizzazioni  esclusive, con un occhio sempre vigile alle tendenze di alta moda. In questo blog post mi soffermerò soprattutto sulla comunicazione digital e sul dialogo privilegiato dell’azienda con le promesse spose grazie all’interessante e sempre aggiornato wedding blog. In conclusione, capiremo insieme come creare un blog aziendale di successo, partendo sempre da questo case study.

Continua a leggere “Ateleba sposa & il blog dedicato al wedding”

Ateleba sposa e il sito dedicato alle spose

Ateleba sposa e il sito dedicato alle spose

Ricordi l’appassionante storia di Elena Barba e di Ateleba sposa, il suo digital e social atelier di alta sartoria nel cuore di Napoli? Quest’oggi ritorno sul case study e mi focalizzerò sull’analisi del sito dedicato alle spose, protagoniste indiscusse della comunicazione digital di Ateleba sposa. E in conclusione di questo blog post capiremo insieme come creare un sito web aziendale di successo partendo sempre da questo case study.

Continua a leggere “Ateleba sposa e il sito dedicato alle spose”

L’instant marketing ed il divorzio di Angelina Jolie e Brad Pitt

L’instant marketing ed il divorzio di Angelina Jolie e Brad Pitt

Un divorzio può divenire instant marketing per le aziende? Può essere una tecnica vincente e innescare viralità e successo, e non cadere nel banale e ritrovarsi con un epic fail gigantesco? E quali gli elementi del successo?

Ma un pasito a la vez, andiamo con ordine. Cos’è l’instant marketing o real time marketing? Una strategia di web marketing che sfrutta l’immediatezza e la viralità tipica dei social media. Ora passiamo alla news che ha scatenato tanto clamore.

Martedi 20 settembre la notizia del divorzio di una delle coppie più famose, glamour ed invidiate del mondo dello showbiz, nota come “Brangelina”.  Galeotto fu il set del film Mr. and Mrs. Smith, e dopo 12 anni di matrimonio, Angelina Jolie e Brad Pitt divorziano, come annunciato in esclusiva da Tmz, noto sito di notizie si gossip ed entertainment.

La news in cima all’agenda setting infiamma giornali di gossip, programmi tv, talk, ed il web si scatena. Brand che rincorrono Brad e lo ripropongono nelle più variate salse. In primis gif e meme dell’ex moglie di Brad Pitt, una Jennifer Aniston compiaciuta, fu infatti tradita proprio per Angelina Jolie, ma anche citazioni e commenti al vetriolo sulle donne che non si accontentano mai, neanche del sex simbol Brad Pitt.

Anche i fazzoletti Tempo si riallacciano al tema della ex di Brad Pitt e giocano su una famosa sit-com di cui era la protagonista.

 

Ma a prendere il volo è l’hashtag #BradIsSingle, viralità innescata dalla Norwegian Airlines. Ed è subito instant marketing sull’onda della compagnia aerea low cost norvegese che opera in ambito nazionale e internazionale, quando giovedi 22 settembre compra una pagina del tabloid VG con il testo bianco “Brad er sigel”, su sfondo rosso (i colori del brand norvegese) e in basso il costo del volo, in corone norvegesi, diretto da Oslo in direzione Los Angeles per correre da Brad.

brad-is-single-quotidiano

La campagna della Noerwegian è globale: in più lingue su diversi giornali e anche sui social.

norwegian

Ma la risposta di Alitalia non tarda ad arrivare sui social, e se la Norwegian parlava ad un target femminile, la compagnia italiana invoglia i maschietti a volare in California, giocando sulla quantità di ragazze nordiche che porterà la compagnia aerea norvegese.

Ma la Norwegian risponde ulteriormente con un post su Facebook, proponendo voli a prezzi competitivi da Roma Fiumicino.

risposta-norwegian

Anche la compagnia Neos air si inserisce nel botta e risposta social e propone un prezzo speciale per le Maldive, ipotizzando che Brad sia scappato lì.

La scuola di lingue Berlitz propone ovviamente un corso di inglese per riuscire a sedurre Brad.

HitWeek non poteva che aggiungere la musica.

Traslochino invece augura buona fortuna a Brad ma soprattutto gli suggerisce di creare un nuovo profilo sulla loro piattaforma, visto che deve cambiare casa, per metterlo in contatto con privati o lavoratori autonomi che offrono soluzioni di trasloco.

 

Una delle più belle favole di Hollywood termina, ma si può trarre una morale per un instant marketing di successo.

#1. Creatività & Coerenza

È buona norma accostare il brand o uno specifico prodotto dell’azienda ad un evento di attualità di portata nazionale o internazionale, in modo creativo, innovativo, scherzoso, irriverente, a volte fuori dagli schemi, ma sempre in linea con la mission e i valori dell’azienda. Il tone of voice quindi deve modularsi in base a questi ultimi.

#2. Tempismo & Velocità

L’azione di instant marketing, che sia una pagina di un giornale, un tweet, un post su Facebook o un video, deve saper cogliere il momento giusto, il carpe diem dei latini, ed essere veloce. Deve saper cavalcare l’onda della notizia o dell’evento ma non un attimo prima, quando ancora non sono di pubblico dominio, né un attimo dopo quando non interessano più.

#3. Rilevanza

L’instant marketing deve sfruttare una ricorrenza come Natale, Pasqua, l’arrivo dell’autunno, la festa dei nonni o un tema di attualità come l’eclisse o la scoperta del pianeta gemello della Terra, o un evento, meglio se di portata internazionale come i Mondiali, le Olimpiadi, il Super Bowl americano. Il brand che da sempre eccelle in questo tipo di strategia comunicativa è Ceres.

#4. Coinvolgimento & Sharing

Queste azioni di instant marketing devono saper coinvolgere emotivamente ed empaticamente gli utenti e portarli a condividere sui loro canali social, per risultare davvero virale e di successo.

#5. Monitoraggio commenti

L’azienda deve monitorare e rispondere ad eventuali commenti ed essere sempre al fianco degli utenti.