Blogger e brand. Come fare blogging di qualità per i settori beauty, fashion e travel

Blogger e brand. Come fare blogging di qualità per i settori beauty, fashion e travel

Qual è il rapporto dei brand coi blogger? Le beauty blogger come si classificano in base ai canali di comunicazione e ai social che utilizzano? Come si muovono i fashion e travel blogger? Quali i consigli per un blog accattivante e performante per diventare un punto di riferimento di una nicchia di mercato, promuoversi e influenzare le scelte d’acquisto della propria audience a favore dei brand di cui si scrive o si parla? In questo viaggio proveremo a trovare risposte con l’aiuto del visual storyelling, con  ricche ed esplicative infografiche.

I brand che si affidano ai blogger

In questa infografica prodotta dall’agenzia di Influencer marketing Mediakix nel 2015 ci sono i grandi brand che hanno fatto ricorso a blogger influenti con un traffico di oltre 10 milioni e con 409 milioni di visualizzazioni mensili. La catena di grande distribuzione organizzata statunitense Nordstrom ha utilizzato 119 blog post sponsorizzati, al polo opposto Coca-Cola con soli 12. I lifestyle blog sono stati i privilegiati con il 36%, a seguire il settore fashion col 32% e food/recipe col 10%. I contenuti includevano blog post che ne costituiscono la maggioranza (1556), ma anche giveway (166), contest (60). E come mai il beauty si attesta a solo 1%? Saranno cambiate dal 2015 questi dati?

Il mondo delle beauty blogger

Un’accurata infografica apparsa in un articolo di approfondimento su Stampa News di Milly, classifica le beauty blogger in base all’utilizzo dei canali, blog e social network. Possono essere multichannel o preferire o un solo social, ad esempio esclusivamente YouTube, in questo caso si parlerà di vlogger, prediligendo i contenuti video.

Il-mondo-delle-Beauty-Blogger-nel-20173-9-001-690x1725

Inoltre, ne vengono individuate quattro tipologie in base ai contenuti prodotti e condivisi: classic beauty blogger, neoclassical beauty blogger che trattano anche i temi legati al benessere, alla moda, allo sport, al food, al lifestyle, extensive beauty blogger che si occupano anche di viaggi e film, vita quotidiana e animali domestici, natural beauty blogger che si focalizzano sui cosmetici ecologici e biologici e sulle ricette made home. In Italia queste ultime sono definite oltremodo beauty blogger ecobio in quanto trattano anche topic legati al benessere e ai prodotti, sempre in ambito green, per la cura della persona o della casa.

Segnalo anche l’indagine in corso sulle beauty blogger in Italia, ideata dal blog Beauty Bloggers’ Stories by Milly, se vuoi partecipare clicca qui.

 L’influenza dei fashion blogger

I fashion blogger si focalizzano sui contenuti riguardanti la moda e la vita quotidiana e puntano soprattutto sui contenuti fotografici, aggiornando soprattutto i canali social visual come Facebook ed Instagram, divenendo molto spesso influencer e pubblicando quindi sempre nuovi contenuti ed adoperando molto le Stories, ma anche Twitter. Le blogger più autorevoli sono invitate alle sfilate di moda e realizzano anche collezioni proprie che propongono online.

Vediamo dall’infografica che segue, l’influenza che esercitano i fashion blogger, curati per l’87% dei casi da donne, sui consumatori del mercato messicano.

 fashion blogger

Travel blog trend

Questa infografica di Abby Agency è frutto di una ricerca che vede il coinvolgimento di oltre 100 travel blogger che dichiarano che il 72% ha rivestito il ruolo di influencer e il 95% ha prodotto post sponsorizzati. Inoltre è risultato che il 79% dei blogger scrive anche di altri argomenti: lifestyle (59%), family (22%), food (16%). È da notare che solo il 6% dei video dei blog di viaggio ha una buona performance, rispetto al 78% delle foto che guadagnano traffico ed interazioni elevate.

Travel blogger infografica

Ed infine l’ultima, colorata ed efficace infografica, creata dal blog I viaggiascrittori, è dedicata ai travel blogger esordienti.

infografica travel blogger

Consigli per creare un blog di qualità

In primis, bisogna scegliere l’argomento, gli obiettivi che si ci prefigge raggiungere e la nicchia di mercato a cui rivolgersi. Bisogna scegliere un nome per il blog non molto lungo e che sia memorabile e curare la grafica.

Il tone of voice deve essere unico e riconoscibilissimo, dal blog deve evincere la personalità di chi scrive che deve connettersi e coinvolgere emozionalmente i lettori, deve trapelare la propria  passione e il proprio background per il settore e diventare così punto di riferimento per la community, raccontandosi e mostrando tangibilmente competenze e nello stesso tempo attuare una strategia di marketing e comunicazione e promuovere i contenuti del blog. Non deve mancare l’ottimizzazione Seo, ma si deve sempre scrivere per i propri lettori che sono il vero fulcro del blog.

E sarebbe ottimale investire in una buona macchina fotografica per creare foto accattivanti in giro per il mondo o per gli eventi di moda mostrando punti di vista inediti di città, territori, per narrare visivamente le proprie avventure, e per condividere coi propri fan i propri acquisti cosmetici o i fashion look. Importante è il network con altri blogger e pubblicare guest post nei blog che trattano temi affini a quelli affrontati nel proprio, per aumentare la propria autorevolezza nel settore e raggiungere nuovi potenziali fan. Fondamentale è saper informare, aggiornare ed interagire costantemente con la propria community di riferimento ed incrementare fiducia e trasmettere valore attraverso contenuti di qualità.

Cosa pubblicare nei blog post

I blog post possono contenere tutorial di make up e nail artist, hair stylist, o dei blogger stesso che si cimentano a dare consigli ed ispirare. Si possono pubblicare blog post coi trend stagionali (colore dell’anno; gonne, pantaloni, scarpe, tagli e pettinature della stagione di riferimento; collezioni primavera/estate autunno/inverno), articoli “come  fare a” (organizzare un viaggio coi bimbi o con animali domestici), o di utilità come ad esempio i migliori b&b, alberghi, ristoranti, spiagge, le città d’arte da non perdersi, o ispirare look trendy, mete turistiche, itinerari particolari e tramettere la magia dei luoghi visitati, i colori, i sapori, le particolarità.

Per approfondimenti puoi leggere Blogging per start up e Come creare un blog aziendale di successo, articolo in cui sono partita dall’analisi  di un case study.

 

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,
unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

12 pensieri riguardo “Blogger e brand. Come fare blogging di qualità per i settori beauty, fashion e travel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...