Come cambia la comunicazione social al tempo del Coronavirus [Infografica]

Come cambia la comunicazione social al tempo del Coronavirus [Infografica]

Periodo black e di lockdown, ma si può colorare di speranza  e cambiamento per fermarsi, riflettere, migliorarsi e ripartire con più sprint di prima.

È tempo di restare a casa, di riscoprire la lentezza, i piccoli grandi gesti del quotidiano, di godersi i momenti in famiglia, di riflettere su scelte fatte, sui compromessi, sulle rinunce, sui sentimenti, sugli amori sbagliati, quelli lasciati andare, quelli persi, quelli sognati, sulla vita che finora non si ha avuto il coraggio di vivere.

È tempo di cogliere questa “occasione” come un’opportunità per cambiare in meglio, di rendere meno sfuggente la quotidianità, di riscoprire la profondità, l’umanità e la solidarietà.

È tempo di non lasciarsi affogare dalle preoccupazioni, dall’incertezza, non perdersi nella valle della disperazione e non farsi prendere dall’infodemia.

È tempo di scoprire un nuovo senso di appartenenza e di comunità, di riscoprirsi il protagonista principale della propria storia, rimboccarsi le maniche per “lavorare” sulla propria interiorità, ristrutturare alcuni “spazi” della propria vita e far emergere la parte migliore di sé.

È tempo di sbarazzarci di virus, di resti dell’esistenza di ieri, di non lasciarsi influenzare dalle avversità e iniziare a adoperarsi per creare un domani migliore, più profondo, meno sfuggente, meno egoistico, recuperando il cuore e la speranza.

Fai riecheggiar nell’aria la melodia di Pino Daniele:

“Ho bisogno di star bene

Io non voglio indifferenza

Voglio più coscienza

I need a new direction

I need a new direction

E’ tempo di cambiare

di non lasciarsi andare”.

E le imprese, le pmi, le start up ed i brand  come possono adeguarsi e migliorarsi?

Coronavirus:  come i Brand possono ottenere visibilità?

È tempo di comunicare la differenza ed affermare il proprio posizionamento sul mercato e calcare la linea di demarcazione dai competitors, rivedendo accuratamente tutti i PED (piani di comunicazione digitali) ed evulsi dalla realtà in cui siamo collassati in poco tempo.

È tempo di mantenere la distanza sociale ma si può incrementare il contatto social e la connessione emotiva coi propri fan e con la propria community.

Coronavirus come i Brand possono ottenere visibilità

Occorre un atto di coraggio e tendere la mano: eliminare tutti i post poco pertinenti ed usare tanta delicatezza, buon senso, equilibrio, cercando di non andare ad urtare la suscettibilità delle persone che è altamente infiammabile in questo periodo, ed utilizzare un tono di voce adeguato e pacato, senza creare allarmismi ed instaurare un solido legame di valore a lungo termine.

Hai tutto il tempo, qualora lo vorrai, di “gustarti” i suggerimenti  e la carrellata di case studies che ti propongo qui di seguito per chiudere con una colorata infografica che ho creato proprio per te.

Come cambia la comunicazione social nell’emergenza

Soprattutto nel momento del bisogno si vede un amico, ed è proprio questo il tempo migliore per far sentire la vicinanza ai propri clienti e alla propria community attraverso il digitale ed attraverso una corretta informazione e comunicazione.

È proprio questo il momento giusto per i brand di concentrarsi e “lavorare” per conquistare un posto d’onore nella mente e di conseguenza nella vita quotidiana delle persone ed aumentare la brand awareness, la notorietà e la riconoscibilità del marchio e divenire così più “potente” nella nicchia di mercato in cui si è.

Maggiore buzz, maggiore visibilità, maggiore fama, maggiori entrate in un’ottica futura: come ottenerle?

Inizia a seminare oggi per raccogliere quando i tempi sono maturi, prendi spunto dalla natura che non ha fretta ma coi suoi tempi sboccia e diviene rigogliosa nel pieno delle sue forze.  Ma ora mettiti comodo, iniziamo questo viaggio!

#1. Corretta informazione

Buona norma è aggiornare costantemente la propria fanbase con notizie “fresche” ma di fonti verificate e creare contenuti propri in base ai propri valori ed al proprio business.

PAM Panorama del gruppo della grande distribuzione  informa sulle misure disposte dal Ministero della Salute dettate da questa emergenza, e con grafiche chiare e semplici comunica come hanno deciso di mettere in atto ulteriori precauzioni per rendere più sicura la spesa, lanciando il pay off “Attenti noi, prudenti Voi, sicuri tutti”.

Pam Panorama: comunicazione Facebook nell'emergenza sanitaria Covid-19 Pam Panorama: comunicazione Facebook nell'emergenza sanitaria Covid-19

La società della GDO con oltre 780 punti vendita sul territorio nazionale, MD SpA, sceglie invece quadrati dai colori intensi per comunicare le misure di sicurezza che ha adottato  per il bene della collettività.

m__comunicare nell emergenza

La danese Ceres rende virale a suon di ironia le nuove direttive ministeriali, cucendo un abito su misura che calza a pennello in base all’inconfondibile tone of voice e alla unique selling proposition del brand.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Invece, Perla Nera Gioielli su Instagram pone l’accento sul concetto di casa, proponendo ciondoli a tema e riprendendo graficamente parte del copy che invita a restare nella sicurezza, nel confort e nel calore della propria casa per poter poi stare con le persone amate e regalare loro, ovviamente, un gioiello.

Perla Nera Gioielli_Come cambia la comunicazione social al tempo del Coronavirus [Infografica]

#2. Post di incoraggiamento

Se Mc Donald Brasile mette in campo una genialata dividendo la “M” del logo per mantenere anche graficamente la distanza sociale imposta dalle direttive nazionali per contenere il contagio, Mc Donald’s Italia cerca di sdrammatizzare ed incoraggia a restare a casa, valorizzando tutti gli aspetti positivi dell’isolamento, condendoli con la giusta dose di ironia e leggerezza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Invece Salati Preziosi cerca di “consolare” e di distrarti dalle belle giornate e dalla natura che sboccia e consolarti con uno snack per godersi in seguito passeggiate ed uscite.

salati preziosi_comunicare nell emergenza

Vanini Cioccolato sfodera uno sfondo color chocolate, fave di cacao in oro e con eleganza trasmette positività e vicinanza in questo particolare momento di emergenza sanitaria.

vanini cioccolato_comunicare nell emergenza

Lo store romano di abbigliamento Deja Vu su Instagram annuncia la chiusura in base alle direttive nazionali, con un caldo rosa e a saracinesca abbassata invita a riprendersi il proprio tempo,  di “sorridere alla vita anche nella bufera” ed aggiunge “ognuno ha il suo poker puoi essere Batman, ma con l’asso sei Joker”, ed incoraggia a continuare ad essere attivi sui social.

#3. Iniziative di solidarietà

Se un’azienda decide di mettere in campo un’iniziativa di solidarietà, può condividerla sui social attraverso il video storytelling, un’infografica o un collage di foto.

Il Gruppo Miroglio fondato ad Alba sul finire degli anni Cinquanta (costituito dai marchi: Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò, Luisa Viol, Per te by Krizia, Caractère, Diana Gallesi, Iperkyol, Twist e Machka) ha deciso di convertire parte della propria produzione di abbigliamento e tessuti, nella fabbricazione di mascherine riutilizzabili che latitano in questa emergenza. Ed ha lanciato anche l’hashtag dedicato #orgogliomiroglio che accompagna il copy del post condiviso da Motivi, il brand fashion del gruppo dedicato ad un target giovanile.

Barilla fa una donazione all’ospedale, ringrazia medici ed infermieri per il loro fondamentale lavoro e fa sentire loro tutta la vicinanza dell’azienda di Parma. Sulla stampa ha pubblicato un annuncio per ringraziare tutti i suoi dipendenti, ad uno ad uno ed ha lanciato lo spot dallo storytelling emozionale #ItaliaCheResiste firmato da Holden Studios e Publicis Italia, con la colonna sonora di Vangelis e la voce off di Sophia Loren, ed è on air da domenica 5 aprile sulle principali emittenti tv nazionali.

Barilla: Come cambia la comunicazione social al tempo del Coronavirus [Infografica]

Barilla: il nuovo spot #italiacheresiste con voce di Sophia Loren

Il thinkMagazine, web magazine di IBM Italia, invoglia alla solidarietà e a sostenere la Protezione Civile.

#4. Idee per intrattenere

Cisco Italia pensa ai bambini degli eserciti di mamma e papà in smart working e propone idee per colorare.

Md Spa propone lavoretti per coinvolgere i bambini con la carta da riciclare.

md_comunicare nell emergenza

Leroy Marin Italia con #CoseDaFareACasa propone tutorial per intrattenere i bambini in hobby e lavoretti manuali per scaricare stress e tensione: dalla tenda degli indiani al travaso di piante fino alla creazione di un segnalibro.

#5. Crea hashtag dedicati e nuove rubriche social

Mulino Bianco ad esempio lancia l’hashtag #inCasaconMulino, post video e carousel su come accendere la creatività e la fantasia dei bambini attraverso la manualità.

Mulino Bianco _comunicare nell emergenza

Mondadori mette in campo un’offerta diversifica di intrattenimento tra quiz, indizi, incontri con gli autori e challenge ed invita ad acquistare e leggere dallo store online, in attesa di scrivere nuove entusiasmanti storie nella propria vita momentaneamente in “standby”.

mondadori store_comunicare nell emergenza

Tecnocasa propone l’hashtag #restiamoconnessi che viene utilizzato dai diversi centri in franchising su tutto il territorio nazionale,  sottolineando nei suoi post il concetto di casa come il “rifugio più sicuro”.

tecnocasa _comunicare nell emergenza

E #hometeam è l’hashtag nato per riunire tutta la “famiglia” Adidas.

adidas_comunicare nell emergenza

Ethos Profumerie opta per #belliacasa con pillole beauty per prendersi cura di sé anche da casa.

#6. Rafforza la community

Idea Bellezza cerca di intrattenere e coinvolgere la sua community richiedendo video e foto delle ricette e dei manicaretti che si preparano in cucina in questo periodo, o di un animale domestico, fedeli compagni delle solitarie giornate, e lancia rispettivamente gli hashtag #ideabellezzaincucina e #ideabellezzalovespets.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

OVS lancia l’hashtag #INSIEMEsiVINCE e una digital challenge che coinvolge la sua community: per partecipare basta condividere una foto accompagnata da una propria parola positiva, e l’azienda veneziana la restituisce personalizzata per condividerla e nominare a proprio volta 4 amici.

Lo store romano Deja Vu coinvolge la propria community di Instagram ad indossare un capo di abbigliamento acquistato nel punto vendita e scattare una foto per creare un collage virtuale.

store deja vu_comunicare nell emergenza

Home Restaurant Hotel lancia per la sua community un concorso: selfie con ricetta di propria inventiva con tanti premi personalizzati, sfruttando la visibilità dell’hashtag nazionale #iorestoacasa. Secondo l’analisi di Blogmeter nei giorni 8-11mazo 2020 l’hashtag risulta il più utilizzato con 131,5k citazioni, superando persino #coronavirus adoperato all’incirca 92mila volte.

#iorestoacasa

#7. Ri-scopri l’e-commerce

Secondo il DPCM dell’11 marzo e del 22 marzo 2020 è consentito, in base alla classificazione Ateco, il commercio al dettaglio di qualsiasi prodotto effettuato via internet, adottando però  negli ambienti di lavoro le misure di sicurezza per il contenimento del Covid-2019 del 14 marzo 2020.

Quindi questo è il miglior momento in assoluto per rilanciare il proprio e-commerce o pensare di studiare ed investire in uno store online.

Idea Bellezza comunica che gli store sono chiusi riprendendo alcune parole di uno dei discorsi del Premier Conte, “Chiusi oggi per riabbracciarci domani”, ed invoglia ad acquistare online.

Idea Bellezza_comunicare nell'emergenza

La cantina, in provincia di Avellino, Feudi di San Gregorio, trasmette i suoi valori, quali l’amore per i dettagli, la passione per la natura e la qualità, la storia legata alle radici ed al territorio dell’Irpinia, attraverso la pagina Facebook, il packaging accurato e rilancia il suo e-commerce.

Feudi di San Gregorio_comunicare emergernza_ecommerce

#8. Live streaming, webinar & tutorial

Aboca per esempio ha deciso di realizzare una serie di seminari online tenuti da esperti del settore.

aboca

Despar invece si affida ai consigli di dietisti, pedagogisti, psicoterapeuti.

Oltre pillole, tutorial, webinar, non dimentichiamoci degli aperitivi social e dei dj set che possono essere trasmessi in live soprattutto dalle enoteche, dal settore wine and food, dai locali in generale, soprattutto per i clienti aficionados, per non farli sentire “trascurati” neanche in una situazione di emergenza sanitaria.

#9. Magazine, Ebook & Blog

Sorgenia sul sito ha il magazine digitale SorgeniaUP con storie, informazioni, approfondimenti e suggerimenti come ad esempio su come affrontare al meglio lo smart working, come praticare sport in casa attraverso corsi online. Questi articoli del magazine, corredate da grafiche accattivanti sono condivise sui social della Digital Energy Company.

sorgenia

Il thinkMagazine di IBM Italia a cui è associata anche la Tv omonima con pillole #in300sec, diffonde articoli dal taglio scientifico e tecnologico.

Puoi inoltre offrire risorse free ai tuoi fan per cercare di intercettare anche nuovi web navigators e trasformarli successivamente in clienti del tuo brand, pubblicando ebook, contenuti audio, registrazioni di eventi formativi o di particolare interesse per la community.

Ad esempio Riso Gallo propone un e-book di ricette, un’iniziativa totalmente in linea col proprio business.

riso Gallo _comunicare nell emergenza

L’infografica 

come cambia la comunicazione social nell'emergenza_Infografica by GioDiT

 Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,
unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

 

5 pensieri riguardo “Come cambia la comunicazione social al tempo del Coronavirus [Infografica]

    1. Il mondo dei social già solitamente muta vorticosamente e bisogna aggiornarsi costantemente, ma in questo periodo la comunicazione sia social sia della carta stampata sia dei “vecchi media” (radio e tv) diviene particolarmente “delicata”, bisogna essere cauti ed i fruitori dal canto loro devono dibblare le fake news.

      "Mi piace"

Rispondi a Giovanna Di Troia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...