Facebook Marketing per aziende e start up [Infografica]

Facebook Marketing per aziende e start up [Infografica]

Facebook nasce il 4 febbraio 2004 negli Stati Uniti da Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes, progettato inizialmente solo per gli studenti dell’Università di Harvard. Come recita lo slogan: “Facebook aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita”. Nasce quindi per il bisogno di relazionarsi e di socialità insito in ognuno di noi, e non per vendere, ma le aziende e le start up possono usare il social in blu per andare incontro ai loro clienti e potenziali clienti, presiedendo le piattaforme dove trascorrono il proprio tempo, per raccontarsi attraverso post, foto, video, creare una relazione e fornire assistenza ed investendo denaro nelle sponsorizzazioni per avere maggiori e più proficue possibilità di raggiungere il proprio target.

Vediamo le statistiche ed i numeri di Facebook che mostrano come ormai la presenza della propria azienda o start up sul social network è necessaria, ma deve andare ad integrarsi ad una più ampia strategia di web marketing. Poi mi soffermerò su come fare marketing su Facebook: una guida all’uso delle pagine Facebook aziendali con case history, tool, approfondimenti ed infografica.

I numeri di Facebook

Facebook nel luglio 2017 ha raggiunto i 2,01 miliardi di utenti attivi al mese, mentre sono  1, 66 miliardi gli utenti attivi da mobile.

Sono più di 40 milioni le piccole attività imprenditoriali che hanno optato per le pagine Facebook. Mentre, secondo dati interni di Facebook, le pagine aziendali attive sono oltre 60 milioni e sono oltre 1 miliardo le persone che mensilmente usano Messenger, che è integrato in ogni pagina, per entrare in contatto con persone ed aziende.

Ogni giorno vengono uplodate 350 milioni di foto55 milioni gli aggiornamenti di status. Mentre ogni 20 minuti sono condivisi un milione di link ed inviati 20 milioni di richieste di amicizie e 3 milioni di messaggi. Il tempo medio trascorso su Facebook è di 20 minuti ma mensilmente è pari a 600 ore.

Il like di Facebook, che è disponibile in 101 lingue, è stato cliccato 1,3 trilioni di volte. Ogni giorno vengono usati più di 60 milioni di emonji e più di 5 miliardi nella chat Messanger.

 

Come fare marketing su Facebook: la guida all’uso delle pagine Facebook aziendali 

 #1. Crea una pagina Facebook

Per creare una pagina Facebook basta cliccare su https://www.facebook.com/pages/create e scegliere la macro categoria e poi le categorie relative alla propria azienda, start up, brand.

Come fare marketing su Facebook

1.1. Come creare una pagina Facebook aziendale

Il nome della pagina Facebook può coincidere con il nome della propria azienda o start up o del proprio prodotto, in base agli obiettivi che si ci prefiggono e si deve inoltre procedere ad inserire l’indirizzo e fornire informazioni e una breve descrizione. L’immagine del profilo deve rappresentare l’azienda e start up e deve avere una dimensione 170×170 pixel, e nelle inserzioni e nei post verrà adattata alla forma di un cerchio, mentre rimarrà di forma quadrata nella pagina Facebook. L’immagine di copertina deve rappresentare il mood interno dell’organizzazione  e deve avere almeno una larghezza di 400 pixel e per altezza 150 pixel, la dimensione ottimale per essere caricata velocemente è 851 x 315 pixel in formato JPG o sRGB. Si può optare per un breve video di presentazione dell’azienda o start up o del prodotto, come ad esempio Armani Beauty.

Come fare marketing su Facebook

1.2. Come trasformare un profilo in una pagina Facebook

Se hai aperto un profilo utente per gestire la presenza della tua attività ed azienda o start up, su Facebook, conviene trasformarlo in una pagina dedicata al tuo business separata dal profilo utente perché il regolamento del social in blu non lo permette e ti inviterà quasi sicuramente a convertirlo in pagina, e poi perché dispone delle statistiche ed inoltre il profilo è limitato ai 5.000 amici.

Per trasformare un account personale in una pagina Facebook occorre accedere al link https://www.facebook.com/pages/create/migrate/ e seguire le istruzioni. Dopo lo changé, ti ritroverai un account personale ed una pagina Facebook che avrà la tua immagine di profilo e di copertina e il nome del tuo account diventerà il nome della pagina, ma non verranno trasferiti i post. Se non vuoi perdere nessuna informazione conviene prima effettuare il backup del profilo e scaricare le proprie informazioni, accedendo alle “Impostazioni generali dell’account” e poi cliccare su “Scarica una copia”.

#2. Aggiungi pulsunti, tab personalizzate, app alla pagina Facebook

Per far interagire maggiormente il pubblico sulla propria pagina Facebook, si possono aggiungere pulsanti di invito all’azione per contattarti come “Chiama ora”, “Invia e-mail”, “Invia un messaggio”, “Richiedi un preventivo”, “Iscriviti”, o per acquistare o fare una donazione, per ordinare cibo, per prenotare un servizio o scaricare un’app o un gioco. Basta cliccare su “+ Aggiungi pulsante” presente al di sotto dell’immagine di copertina della Pagina.

guida all'uso della pagina facebook

Le tab possono essere utili per fornire informazioni aggiuntive agli utenti, si trovano nella colonna sinistra della pagina Facebook tra le voci del menù, e possono essere aggiunte, riordinate o rimosse (tranne alcune di default come home che non può essere né rimossa né cambiata di posizione) accedendo  da “impostazioni”, e cliccando su “Modifica Pagina”. Si possono aggiungere e rimuovere le tab e sezioni: Eventi, Gruppi, Note, Offerte, Servizi, Vetrina, Video in Diretta.

La Vetrina permette di vendere, senza alcuna percentuale aggiuntiva, i prodotti direttamente dalla pagina Facebook creata. Occorre inserire almeno un prodotto e, prima che la Vetrina sia visibile ai fan, deve essere esaminata ed approvata, e  tutti i prodotti caricati devono rispettare le normative e le linee guida della piattaforma. Inoltre le immagini devono avere una risoluzione 1024 x 1024 ed informazioni e caratteristiche che descrivano il prodotto.

Come fare marketing su Facebook

Ad esempio ecco la Vetrina e le tab personalizzate aggiunte nella pagina Facebook di Wycon Cosmetics, brand di make-up che si conferma nelle top 10 delle classifiche dei più influenti social network.

2.1. Tab personalizzate alla pagina Facebook

Le tab possono essere usate anche per fare lead generation, per creare una landing page per un prodotto o per offrire sconti ai propri clienti e per aumentare l’interazione e l’autorevolezza della pagina Facebook con contenuti unici.

Si può utilizzare facebook for developers per creare tab super esclusive e personalizzate per la pagina Facebook della propria azienda o start up o affidarsi a uno sviluppatore esperto.

Bauli,  ad esempio, ha creato le tab “Benvenuto”, “Auguri fatti col Cuore”, e “Netiquette”.

Come fare marketing su Facebook

 

Per approfondimenti, ti consiglio questa guida di Facebook for developers, l’articolo di Alfonso Striano “Tab personalizzate Facebook per la tua pagina (soluzione definitiva) e la guida di Giuliano Ambrosio su come creare una pagina personalizzata con tab iFrame.

2.2. Come collegare Twitter, Instagram, YouTube ed altre app alla pagina Facebook aziendale

Nel menù principale della pagina Facebook oltre alle tab personalizzate si possono inserire anche il collegamento ad altri social su cui l’azienda o start up è presente come Twitter, Instagram e YouTube, per postare in automatico gli aggiornameti anche sulla pagina. Basta visitare la pagina https://apps.facebook.com/twitter-tab-app e premere “Aggiungi questa app alla pagina” o in alternativa cercare nella barra di Facebook le app o i social che si vogliono inserire come ad esempio: Twitter Tab for Pages, Google + Tab for Pages, Pinterest Tab for Pages, Flickr Tab, YouTube Tab, LinkedIn Tab e Newsletter come MailChimp e seguire le istruzioni. Per Instagram oltre questo procedimento, è bene collegare il proprio account business alla pagina Facebook dalle “Impostazioni”, in quanto consente di gestire l’app di visual storytelling e di creare inserzioni direttamente dalla pagina Facebook.

#3. Analizza il comportamento dei competitor

Studia e analizza il comportamento dei tuoi principali competitor su Facebook sia per quanto riguarda le strategie che hanno adottato, sia il tipo e la quantità di contenuti che postano e il tipo e la qualità di assistenza che offrono ai clienti.

Social Insider è il tool che permette di avere report su engagement, post, like e di fare anche la comparazione multipagina e di vedere lo storico fino a sei mesi precedenti, di analizzare la tipologia di utenti che commenta e di scoprire quando interagiscono sulle pagine Facebook.

Si può utilizzare anche Rival IQ con cui è possibile avere report con numero di like, di post, tasso di engagement, confrontare le bio dei competitor ed effettuare ricerche con keyword specifiche.

#4. Redigi un piano ed un calendario editoriale

Prima di iniziare a pubblicare sulla pagina Facebook dell’azienda o start up si devono aver ben chiari gli obiettivi che si vogliono raggiungere in un determinato lasso di tempo attraverso le attività sul social, e come misurarli, e si stabiliscono a monte in un piano di social media marketing o nel più generale piano di comunicazione. Tenendo ben presente gli obiettivi, si pensa alle azioni da fare e alle attività da implementare.

Nel redigere il piano editoriale per la pagina Facebook si stabilisce il tipo di pubblico che si intende coinvolgere, il tipo di contenuti da pubblicare, con quale frequenza, come promuoverli e la risorsa o le risorse che se ne occuperanno.

Nel calendario editoriale si andranno a specificare anche le date, i giorni e gli orari di pubblicazione dei post. I post si possono quindi pensare e pianificare di pubblicare con largo anticipo e si possono utilizzare tool come Hootsuite o PostPickr.

 

Per approfondimento ti consiglio di leggere Piano Editoriale Social, come Partire e 10 Elementi per una Social Media Strategy di Successo di Marina Pitzoi, Condividere automaticamente i contenuti di una Pagina Facebook su altri Profili e Pagine e Gestire gli Eventi Facebook: la Guida Definitiva in PDF di Maurizio Lotito di PostPickr.

 #5. Cosa pubblicare sulla pagina Facebook aziendale

Una pagina Facebook deve informare, aiutare, intrattenere, coinvolgere, costruendo ed incrementando un rapporto costante coi propri fan e potenziali clienti, creando una relazione di stima e fiducia con l’azienda o la start up ed innescare così il passaparola positivo del brand.

La costanza risulta un tratto imprescindibile per una pagina Facebook, pubblicare a periodi o a fasi alterne o peggio quando si ha tempo o in prossimità di eventi e ricorrenze non paga, anzi nuoce gravemente all’immagine e alla reputazione del brand. I fan devono essere catturati, coccolati, devono ricevere risposte in tempi celeri e non lasciati a se stessi. Ma non si deve mai essere troppo autoreferenziali, parlare esclusivamente del proprio brand che non deve mai comparire egocentrico ed arrogante, anche se tutto ruota intorno ad esso.

Racconta la storia dell’azienda, condividi gli articoli dal blog aziendale così da incrementare il traffico e la visibilità del sito web dell’azienda o start up, presenta il team ed il ruolo e la mansione che ricoprono i dipendenti, fornisci contenuti di valore provenienti da altre fonti, ed ancora post che ispirano, di real time marketing e che innescano le interazioni, proponi sondaggi.

Ad esempio, Donnachiara, azienda che produce vini e spumanti di qualità, presenta i vigneti delle colline irpine e fa riferimento alle difficoltà della vendemmia dopo un’estate torrida.

 

Mentre Pasta Amato, celebra con un video il #WorldSmileDay, e attraverso l’instant o real time marketing presenta i volti e la filosofia dell’azienda salernitana, mentre in un altro brevissimo video chiede ai suoi fan se preferiscono le penne lisce o rigate e di specificarlo con le emoticon, invitando indirettamente anche a commentare ed esprimere le proprie preferenze e motivazioni.

 

Invece Lamberti Food spiega come l’attività dell’azienda si è evoluta e con essa anche il nome ma non la mission, restando fedeli alle tradizioni e alla qualità, ma puntando più in alto.

 

E Granarolo celebra i sessanta anni della propria azienda con un video racconto sulla storia dell’azienda che si intreccia con gli accadimenti nazionali, un brand che si evolve, preservando le radici e la qualità ma che guarda al futuro.

 

Celebra con parsimonia i successi ed informa sull’organizzazione o partecipazione ad eventi e contest, come la start up N.I.Te che annuncia di essere tra i finalisti dell’Italian Master Startup Award organizzato PNI Cube che seleziona e premia le migliori start up provenienti dagli incubatori universitari con i migliori risultati in termini di crescita e risultati sul mercato.

 

Declina la mission della tua azienda o start up visivamente dedicando un intero album sulla Pagina Facebook, accompagnando le immagini accattivanti con una didascalia altrettanto ammaliatrice, come ha fatto Interior Zero che guarda al design come mezzo per entrare in empatia con gli spazi e produrre benessere.

Come fare marketing su Facebook

 

Crea video di presentazioni, tutorial sul funzionamento dei prodotti o servizi, ma anche video interviste o video divertenti, sempre il linea con il proprio core business, ma senza cadere nel trash o peggio creare un epic fail che è sempre più all’ordine del giorno anche per rinomati brand italiani.

Ad esempio Tenuta Ippocrate, una struttura fiabesca adatta ai ricevimenti e ai matrimoni, immersa nella verde Irpinia, tra boschi e vigne, con questo breve video mette in evidenza la cura e la scelta attenta delle materie prime da impiegare in cucina, e il suo valore fondante: il benessere.

Le dirette video sono molto indicate durante gli eventi organizzati dalla propria azienda o start up o a cui si partecipa.

Crea hashtag che rappresentano l’azienda o start up o i prodotti e servizi come D’Amico, l’azienda salernitana specializzata nella produzione di conserve alimentari, che ha lanciato #TiPuoiFidare, #MaiProvatiCon, #EsperienzediGusto.

 

Per coinvolgere i fan e renderli più attivi sulla pagina Facebook, si possono invitare ed incoraggiare a postare foto su come utilizzano i prodotti dell’azienda o start up e premiare i fan più assidui o che si dimostrano essere brand ambassador, con codici sconti e coupon da spendere su Amazon.

Invece Saclà per coinvolgere i fan, opta nel taggare gli amici ed aumentare la visibilità dei post.

 

Si possono condividere anche particolari aggiornamenti o informazioni di rilevo attraverso Facebook Messager, ma devono essere contenuti mirati e referenziati per fare advertising in maniera diretta.

E con l’introduzione delle Stories anche alle pagine Facebook, le aziende e le start up hanno un ulteriore strumento per potersi accattivare l’attenzione dei fan sfoderando tutta la creatività possibile.

Bisogna adattarsi al mezzo e al suo linguaggio, e non sottovalutare che è in grado di plasmare il modo di pensare e di vivere, il sociologo canadese McLuhan docet: “il medium è il messaggio”.

#6. Crea Facebook Ads

Facebook, come dicevo nell’introduzione, è un social nato per connettere le persone ma per “sopravvivere” ha bisogno che le aziende investano in sponsorizzazioni e le pagine sono fortemente penalizzate e per poter ottenere visibilità e poter giungere alle persone giuste al momento giusto si deve investire denaro. Per comparire nel news feed, cioè nella sezione notizie che Facebook ci propone, o si creano post con molti like e commenti o le “Sponsorizzate”, quei post a pagamento che presentano la scritta in grigio come ad esempio questa Facebook ads di Campari, o che sono posizionati a lato, nella barra a destra.

Come fare marketing su Facebook 

Le Facebook Ads ti permettono di ottenere copertura, attenzione e di selezionare con precisione il proprio target e raggiungere un pubblico specifico e interessato al prodotto o ai servizi della propria azienda o start up.

Le inserzioni di Facebook consentono quindi di aumentare la notorietà della propria azienda e start up, la popolarità dei prodotti e servizi offerti, suscitare interesse intorno al brand e alla sua storia ed attività e di acquisire contatti.

Nelle inserzioni di Facebook si possono mostrare nella loro veste i migliore i propri prodotti o servizi, si possono offrire promozioni o invogliare ad acquistare online o si possono aumentare le conversioni sul sito incoraggiando a seguire un’azione specifica.

Si possono scegliere tra diversi formati e tipologia di Facebook Ads: inserzioni video o in slideshow, Canvas, Carosello, ma anche inserzioni con foto o link. Alcuni esempi di pubblicità su Facebook dal sapore estivo, li puoi trovare in questo articolo in cui ho analizzato i casi Solari Eau thermale Avène e Napisan.

Ed ovviamente si devono misurare i risultati della campagna a pagamento e verificarne l’efficacia o meno, attraverso Gestione inserzioniPower Editor o Business Manager di Facebook.

Per approfondire ti consiglio di leggere La Formula per Facebook Ads di successo di Veronica Gentili e Guida alla creazione di campagne pubblicitarie di successo con le ads di Facebook di Alessandro Frangioni per il blog di Semrush.

6.1 Cos’è Business Manager

Business Manager è una piattaforma gratuita di Facebook per organizzare e gestire la presenza della propria azienda o start up su Facebook e Instagram, le pagine e account pubblicitari, e permette di pubblicare e monitorare le inserzioni.

6.2. Come creare un account Business Manager e come funziona

Per creare un account Business su Facebook, basta accedere alla pagina Panoramica di Business Manager e cliccare su “Crea account” ed inserire il nome dell’azienda e l’indirizzo e-mail ed aggiungere le proprie pagine Facebook e gli account pubblicitari e le persone per fornire ad altri il ruolo di amministratore o dipendente di Business Manager, con accesso limitato per gestirlo.

6.3. Le pagine Facebook verificate

Per aumentare l’autenticità, la credibilità, la notorietà e la fiducia verso la pagina Facebook della propria azienda o start up si può richiedere anche un badge di verifica, una certificazione presente accanto al nome della pagina. Si tratta di un bollino blu con una spunta bianca che contraddistingue le pagine verificate di personaggi pubblici e brand internazionali e un bollino grigio con una spunta grigia che indica le aziende e le organizzazioni locali, come ad esempio l’Hotel KonTiki, sulla suggestiva Costa degli Etruschi, in provincia di Livorno.

Hotel KonTiki San Vincenzo pagina Facebook verificata

Per richiedere il badge di verifica grigio per la propria azienda e start up, leggi qui.

#7. Attiva il Customer Care

L’azienda o start up deve essere più avvicinabile attraverso la pagina Facebook e può essere sempre al fianco dei suoi clienti e potenziali clienti per rispondere in modo tempestivo ed esaustivo alle sue problematiche, incognite e curiosità. Proprio come deve rispondere a tutti i commenti dei fan sulla pagina Facebook, sia i positivi ed ancor di più a quelli negativi per capire le esigenze di un cliente non soddisfatto o che critica e trasmutarlo in fan cercando di arginare i danni di immagine e che si diffonda un passaparola negativo.

#8.  Collegamenti e cross-posting tra pagine Facebook della propria nicchia

Si possono creare “partnership” tra pagine Facebook collegate al proprio business e corrispondenti alla propria nicchia di riferimento e aggiungerle a preferiti così da avere un’ulteriore visibilità comparendo in “Pagine che piacciono a questa Pagina”.

E si possono condividere anche in contemporanea video su più pagine Facebook col “cross-posting”: basta aggiungersi a vicenda dalla voce “Impostazioni” e la “relazione” tra pagine Facebook deve essere confermata da entrambi gli amministratori per poi poter procedere con il cross posting dei video.

#9. Monitora ed analizza gli insights

Misura i risultati dagli insights integrati all’interno della pagina Facebook per monitorare il proprio pubblico,  verificare quando i propri fan sono online e quali sono i post con cui si interagisce di più, in modo da incrementare ulteriormente l’engagement e la brand awareness e prendere decisioni più consapevoli e mirate.

Si può vedere in un grafico le persone che seguono la pagina o che non la seguono più, il numero di “mi piace” e si possono confrontare le prestazioni in base ad intervalli temporali. Ed ancora si può andare ad analizzare la copertura e vedere il numero di persone a cui sono stati mostrati i post differenziando la copertura organica da quella a pagamento, e visualizzare e confrontare l’andamento delle reaction, dei commenti, delle condivisioni, delle risposte e delle richieste. Si possono scoprire le visualizzazioni  totali e per sezione e da dove proviene il traffico alla pagina.

Si può scoprire anche il numero delle persone che hanno visualizzato l’anteprima della pagina Facebook. Si può vedere anche il tipo di post che ha più successo se la condivisione di link o foto ad esempio, e viene mostrata la copertura media e il coinvolgimento medio tenendo conto dei click sul post e le rection, i commenti e le condivisioni. E poi si può guardare più nel dettaglio le informazioni relative ad ogni singolo post pubblicato.

Come fare marketing su Facebook

 

Un altro tool per tenere sotto controllo le prestazioni della pagina Facebook della propria azienda o start up è Likealyzer che analizza il profilo dal punto di vista visivo, considera poi l’about, l’attività, i tempi di risposta e calcola l’engagement rate.

Fanpage karma può essere utile per monitorare KPI come numero di fan, il tasso di crescita settimanale, l’engagement, la reach giornaliera e la performance del profilo.

Facebook Page Barometer è un tool gratuito che va ad analizzare fans reached, engagement, people talking about, negative feedback.

Facebook for business: Infografica

Facebook for business by GioDiT.

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,

unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

4 pensieri riguardo “Facebook Marketing per aziende e start up [Infografica]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...