Il Natale ai tempi dei social e del web

Il Natale ai tempi dei social e del web

Ed è arrivato quel momento dell’anno tanto amato da alcuni, tanto odiato da altri e tanto malinconico per altri ancora: Natale. Da un lato alcuni vedono la magia delle luci, delle decorazioni, dei mercatini, dello stare insieme, del mangiare ad oltranza, altri si focalizzano sulla corsa e l’ansia ai regali, sui sensi di colpa per mettere su chili, su tutte quelle chiacchiere inutili e le domande indiscrete che ti fanno i parenti che magari vedi una volta all’anno se non massimo due, ed altri ancora soffrono in silenzio la solitudine e c’è anche chi proprio nel mese più festaiolo dell’anno, sente la mancanza di chi è volato via. Ognuno vede e vive il Natale a modo proprio e secondo le esperienze che ha accumulato negli anni, ma è la festa che più di tutte dovrebbe unire, eliminare le differenze ed insegnare a donare, il valore di una persona è nel saper dare senza aspettarsi o pretendere nulla in cambio.

Ma come è cambiato il Natale con le chat, i social ed il web? Vedremo un’indagine Doxa sulle nuove tradizioni natalizie e come sedici brand strutturano la propria comunicazione in questo periodo dell’anno: Google, Coca-Cola, Colussi, Pan di Stelle, M&M’s, Motta, Red Bull, Huawei, Apple, BLACK+DECKER Italia, Lego, Ubi banca, Conad, la Feltrinelli e Libreriamo.

E ti auguro un Natale ricco di serenità nell’anima, gioia nel cuore, di scartare  tutti i brutti e cupi pensieri e di trascorrerlo con le persone che davvero ami e che nella vita di tutti giorni in un modo o in un altro riescono sempre a ritagliare un pezzettino del loro tempo per te.

Natale ai tempi dei social: l’indagine Doxa

Ecco quanto emerge da un’indagine Doxa commissionata da Groupon, sul Natale ai tempi dei social attraverso 2.002 interviste online su un campione nazionale rappresentativo tra i 18 e 64 anni.

Per otto italiani su dieci il Natale 2017 si vivrà sui social media, per cui chi sarà solo, meglio tenersi lontano dal web, per non deprimersi ulteriormente. Nove italiani su dieci faranno gli auguri digitali. Il 75% è favorevole alla creazione di gruppi su Whatsapp per lo scambio di foto o auguri, il 28% dichiara che non abbandonerà fino alla befana. Inoltre per il 70% degli italiani il Natale si decide in chat, dal menu del pranzo (60%) ai regali da fare (57%) e per sapere cosa si desidera ricevere (21%).

L’atmosfera natalizia è da condividere nelle chat e sui social, al primo posto, c’è l’albero di Natale (88%), al secondo la preparazione della tavola con la classica tovaglia natalizia (86%), e al terzo le decorazioni per la casa (85%). Il selfie natalizio con il cappello da Babbo Natale piace per il 53%.

#1. Santa Tracker firmato da Google

Per i più piccini, Google propone un’app ed una piattaforma dell’avvento per seguire Babbo Natale nel suo viaggio e si può giocare con folletti con zaini a propulsione, caramelle rotanti, slitte spinte da razzi, imparare le lingue con Google traduttore in veste colorata, guardare simpatici video animati.

#2. L’abbraccio di Coca-Cola & #NatalePerGliAltri

Il progetto digital “Con Coca-Cola di’ grazie con abbraccio a chi vuoi tu”, per tutto il periodo natalizio, firmato dalla omnichannel agency Conversion e Coca-Cola, regala un abbraccio digitale. In seguito all’acquisto di prodotti il consumatore deve andare sul minisito dedicato dove registrare la prova d’acquisto per poi personalizzare la propria cartolina virtuale. Ed insieme a Banco Alimentare, Coca-Cola donerà 3 milioni di pasti e ringrazierà chi compie un gesto solidale per gli altri, ed ha lanciato così l’hashtag #NatalePerGliAltri.

#3. Colussi e lo spot “Ti ho lasciato in regalo 7 biscotti”

Colussi, dopo il lancio del nuovo posizionamento all’insegna del claim “Dal 1911 Colussi, buoni in tutti i sensi” ed aver rinnovato logo e packaging, risalente all’incirca all’anno scorso e legato all’hashtag #BuoniInTuttiISensi, lancia per Natale 2017 un video buono e gustoso sulla pagina Facebook Gran Turchese.

Sette biscotti sono troppi pensa la bambina protagonista e così ne mangia uno per la mamma, due per il papà che ha sempre tanta fame, uno per il fratellino, uno per l’albero di Natale, uno per l’orsacchiotto e l’ultimo inzuppato nel latte, naturalmente, per finire in bellezza!

 

Ed ovviamente per il mese più festaiolo dell’anno, dicembre, Colussi Gran Turchese propone un post di Diego Cusano con degli addobbi speciali, le golose “stelle” del gruppo veneziano, augurando “scintillanti colazioni”.

 

#4. Pan di Stelle e la campagna “Accendi di Stelle il #NataledaSogno”

Per un Natale da sogno con auguri speciali, personalizzati ed unici, Pan di Stelle ti permette di pubblicare e accendere la tua stella d’auguri su uno speciale albero di Natale di cacao presente su una landing page dedicata per poi scoprire il 24 dicembre il regalo.

E non poteva mancare l’hashtag #attimidifelicità.

#5. M&M’s: il Natale diviene Yellow col nuovo spot di Natale

Yellow, l’allegro confettino giallo ripieno di cioccolato e ricoperto di glassa colorata, riuscirà a salvare il Natale e a sostituire Babbo Natale? Il brand M&M’S ci insegna con questo spot di Natale, sequel di quello del 1996, che un pasticcio può in realtà riavvicinare le persone e riscoprire la vera dolcezza dell’atmosfera delle feste natalizie.

 

#6. Tartufone Motta: #AMePiaceIlTartufone e #LoAmoELoSeguo

Un signore solo col Tartufone Motta aperto sul tavolino non fa che chattare sul suo tablet. Si crede un “leone da tastiera” del team Pandoro e scrive al “klomplotto”, fino a quando non compare una bambina che gli insegna a prendere a morsi il Tartufone Motta, senza tagliare le fette, e gli dà anche lezioni di grammatica mentre un altro ragazzo per tagliarle prende un motosega e lo esorta a lasciare la chat.

E se si risponde male alla dolce e cara nonna cosa succede secondo Tartufone Motta?

 

#7. Panettone Motta e il tormentone #ComeUnCanditoaNatale

Dopo la morte della mamma colpita dal meteorite, del papà e del postino, la bambina della Motta torna ed è in vena di buonismo per Natale.

“Vorrei un videoclip pieno di sentimenti autentici con la capacità di riabilitare gli eterni esclusi”.

Infatti i canditi, abbandonati da sempre nei tovaglioli, sui bordi dei piatti questo Natale vogliono la rivincita ed esortano a scartare i regali piuttosto.

“… Nasconditi dietro l’uvetta, candito, occulta cotanta dolcezza nel morbido della fetta! Non farti trovare, vedere, sgamare, quest’anno ci riesci a non farti scartare! Come un candito a Natale, quest’anno ce la puoi fare! Nessuno, vedrai, ti potrà più scartare, Candito stavolta non può andarti male! Come un candito a Natale, lo so ce la puoi fare.

Scartarti ogni volta è più che un reato ma tanto qualcuno l’hai già gabbato! Ma siamo tutti un po’ canditi a Natale, messi in disparte, presi sì (presi male). Compreso t ü! Delusi, sottotoni, mollati da tutti, scartati dal gruppo dei belli, radiati puuuure dai brutti! Nessuno, vedrai, ti potrà più scartare! Candito stavolta non può andarti male! …ma tanto qualcuno ti ha già chiamato! Non avrà mica sbagliato? Yuhuuu.”

Ecco la canzoncina tormentone #ComeUnCanditoaNatale, vero e proprio inno di questo Natale 2017, che sta impazzendo sui social, in tv e che canticchiano tutti. Ed ovviamente tutta la comunicazione visual della pagina Facebook Panettone Motta si basa su codesto hashtag, accompagnato da giochi di parole  per un effetto davvero sorprendente ed esilarante.

#8. Red Bull mette le ali anche a Babbo Natale

Una brutta notizia per le renne, Babbo Natale le mette in ferie proprio nel periodo più caldo lavorativamente: per distribuire i regali non userà più la slitta, tanto ci pensa Red Bull che “mette le ali”.

#9. Huawei e il Babbo Natale hi-tech

Dal food e beverage al tech, Huawei aggiorna il Natale per rendere la magia più possibile che mai, e migliorare la vita proprio a tutti, compreso Babbo Natale: “Make it possible”.

#10. Apple e la musica che crea magia e unisce

Sempre in ambito tech, l’azienda di Cupertino, propone uno spot più aggraziato dopo il Frankenstein dello scorso anno. Due ragazzi si incrociano per strada e sotto la neve che cade iniziano a ballare ascoltando la musica dagli Air Pods collegati all’iPhone X. Dopo i passi di danza però si ritorna alla realtà e ognuno prende la sua strada e compare il claim “Move someone this holiday”.

#11. BLACK+DECKER Italia

Regalo per il tuo lui? BLACK+DECKER è perfetto per dare spazio alla creatività e all’homemade.

#12. Lego accende l’immaginazione

Lego a Natale vuole accendere l’immaginazione dei più piccoli.

 

#13. Ubi banca: #ognicasaèpossibile

Ubi Banca propone un’emozionante storia di Natale. E dà voce alla casa che in assenza della “padrona” è cambiata, ha una storia da raccontare e poi il divano e il tavolo e la cucina e la specchiera restaurata parlano di Marta e del figlio Matteo e che testimoniano che “c’è molta vita qui”.  E così la padrona di casa decide di vendere la casa agli attuali inquilini e lascia la “chiave” al piccolo di casa.

#14. Conad e il nuovo spot natalizio di Pupi Avati

Il nuovo spot per la nota catena della grande distribuzione organizzata ha optato di nuovo per la regia di Pupi Avati e per musiche di Giovanni Allevi per riscoprire, dopo l’attesa, preannunciata da un video teaser, il vero senso della parola Natale. L’emozione della nascita è rivisitata secondo la filosofia di Conad, “Persone oltre le cose”, ma aggiunge un nuovo mood: “Nessun uomo è un’isola, nemmeno un supermercato lo è”.

Lo spot lanciato sulla pagina Facebook lunedì 18 dicembre 2017, viene trasmesso anche sulle principali reti televisive.

#15. Le campagne social dal mondo della cultura: #OltreLePagine de la Feltrinelli e #Christmasinbook di Libreriamo

La campagna de La Feltrinelli #OltreLePagine inaugurata dal cortometraggio d’autore firmato da Paolo Genovese con la colonna sonora di John Adams e la sua “Lost in Christmas”, che cattura l’attenzione, conquista il cuore, scalda l’anima ed invita alla lettura, invade tutti i social.

Della prima storia di Natale de la Feltrinelli che unisce il mondo del cinema e della letteratura e disponibile sui siti internet e i canali social del Gruppo Feltrinelli, ne ho parlato in un post sulla pagina Facebook legata al blog.

 

Mentre l’associazione culturale e piattaforma digitale per chi ama i libri e la cultura,  Libreriamo ha lanciato la campagna social #Christmasinbook per tutti i booklover che si dilettano a creare un personale albero di Natale coi loro libri preferiti, che vestiranno le loro librerie in tema natalizio, o intenti a leggere in un’atmosfera di festa. Alla fine verranno raccolte tutte le foto condivise su Facebook, Twitter ed Instagram, in un unico “Book fotografico”.

Una campagna carica e divertente che vuole sfruttare la viralità delle foto sui social per diffondere la buona pratica della lettura ed invogliare a regalare per le festività libri che permettono di vivere vite parallele e sempre nuove avventure e vestire panni di epoche diverse.

 

Quale campagna, video di Natale 2017 preferisci?

Ti aspetto nei commenti 

Buon Natale & Buone Feste!

 

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,
unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

2 pensieri riguardo “Il Natale ai tempi dei social e del web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...