La pubblicità pensata per Facebook: i casi Solari Eau Thermale Avène e Napisan

La pubblicità pensata per Facebook: i casi Solari Eau Thermale Avène e Napisan

Le pubblicità pensate per il social in blu da record, Facebook, che ha raggiunto 2,01 miliardi di utenti, e che ha registrato un boom di ricavi con la pubblicità mobile, continuano a conquistare campo.

Carousel, video brevi, immagini evocative: i Solari Eau Thermale Avène e Napisan hanno puntato nelle loro ultime campagne ad un formato innovativo in grado di catturare l’attenzione degli utenti e raccontare su Facebook, in modo immediato, accattivante e creativo, i loro prodotti ed i loro benefici.

Solari Eau Thermale Avène: la campagna social firmata da TwentyTwenty

Lo storytelling pensato proprio per Facebook, vuole mettere in rilievo la versatilità dei Solari Eau Thermale Avène che possono accompagnare i propri momenti di relax, per trascorrerli sereni e senza pericolo di scottature. Tre ambientazioni, protagonisti diversi: una mamma in spiaggia con la propria bambina, un uomo in un parco che corre, un uomo e una donna nel parco.

In spiaggia non possono mancare i prodotti Eau Thermale Avène che sono facili da applicare, sono come una coccola sulla pelle ma che proteggono dai raggi solari e sono ideali per grandi e piccini.

Eau Thermale Avène deve essere tenuto sempre a portata di mano per proteggere la pelle delicata dei bambini, ma va bene anche per le passioni all’aria aperta. Così il prodotto passa da un fotogramma all’altro, dal basso verso l’alto, per scoprire in modo dinamico i suoi diversi usi.

I prodotti solari vanno utilizzati non solo in spiaggia ma anche al lago, e possono far scoprire la persona giusta come il solare giusto per la propria pelle, e sarà colpo di fulmine in una calda giornata di luglio in cui piovono 1.100 reaction, 72 condivisioni e 62 commenti.

La campagna social dei Solari Eau Thermale Avène è firmata dai direttori creativi dell’agenzia TwentyTwenty, Daniela Agoletti e Antonio Bellini, e la pianificazione è stata curata da Boraso.

Il video storytelling di Eau Thermale Avène

Eau Thermale Avène nasce dagli studi dei Laboratoires Dermatologiques Avène sulle proprietà lenitive ed addolcenti proprio dell’Acqua termale Avène che sgorga con una portata di 70.000 litri all’ora, per produrre prodotti per la cura della pelle ed è ideale per quelle più sensibili.

Il brand ha creato uno storytelling unico per raccontare come nasce il prodotto e le sue caratteristiche, creando sette video-racconti a puntate e condivisi a cadenza periodica a partire dal 25 gennaio 2016 su YouTube e poi su Facebook: “Io sono Eau Thermale Avène”.

Il finale della storia è “Io sono fiducia” che è stato caricato il 26 giugno 2017:

“… Questa fedeltà non è un caso, nasce dai legami che tesso, dal ricercatore al medico, dal farmacista a voi, ognuno di loro condivide la propria expertise e si affida a quella degli altri per preservare il vostro benessere. E così la nostra relazione cresce, voi non solo mi avrete ritrovato ma mi coltivate perché voi credete in voi stessi, nel futuro, nella capacità di rendere il domani un giorno migliore. Io sono quella speranza che ci lega agli altri e a noi stessi. Io sono la fiducia. Io sono voi. Io sono Eau Thermale Avène.”

 

Ad aprile è stato condiviso l’anteprima del sesto video della saga: “Io sono la sincerità” che rimanda alla landing page creata per raggruppare lo storytelling di “Io Sono Eau Thermale Avène”, ottenendo oltre 2,6 mila visualizzazioni con 79 reaction e 22 condivisioni.

Il quinto video è “Io sono il riflesso” che ha incassato 4 mila visualizzazioni e 83 reaction, e 53 condivisioni, “…Da Avène a voi, la purezza dell’acqua resta immutata, ora che siete davanti a me sappiate che ciò che io vedo è bello. Ora che voi mi guardate, sappiate che solo voi potete decidere ciò che emano veramente…”.

Tutti i video-racconti, compresi i precedenti “Io sono l’acqua”, “Io sono la curiosità”, “Io sono la rivelazione”, “Io sono l’eccezione”, sono preannunciati da mini video che anticipano il nuovo racconto, stuzzicando l’interesse dei fan della pagina Facebook di Eau Thermale Avène.

Napisan: la campagna social dal potere igienizzante

La campagna di Napisan vede come protagonisti i bimbi selezionati con l’iniziativa social “Diventa protagonista Napisan”, e punta a diffondere l’importanza del potere igienizzante che il brand garantisce, e così si può andare alla scoperta del mondo e proteggere i sogni dei più piccini, donando sicurezza alle mamme.

È periodo di viaggi e vacanze, ma anche i batteri amano viaggiare e proliferarsi, e per proteggere il proprio bimbo c’è Napisan che con questo breve video di 14 secondi ha ottenuto oltre 2,5 mila visualizzazioni e 39 reaction.

È bello nuotare ed andare in piscina o al mare, ma costume e telo vanno igienizzati per benino, l’umidità è un covo fertile per germi e batteri, ma con Napisan si può proteggere i propri bambini.

Sei sono i video, pensati in ottica mobile, che vedono come protagonista l’utilizzo dell’igienizzante per accompagnare nella crescita i propri cuccioli. Oltre il viaggio e le nuotate, i soggetti previsti nella campagna, sono: il ritorno a scuola sui bus e la prevenzione dei malanni con l’arrivo di settembre. La campagna è realizzata in collaborazione con Facebook e Bitmama, con la direzione creativa di Lavinia Garulli e Gianandrea Manni, e per la regia di Alessia Petta.

Conclusioni

Sempre più aziende e brand si affidano ai social ed in particolare a Facebook che sta avendo una crescita incalzante, per veicolare i loro prodotti ed i loro valori. In precedenza, Clinique con la campagna #failadifferenza ed i racconti di sei donne da cui lasciarsi ispirare, e Carrefour con la campagna social #Sottocosto, facendo rivivere le televendite degli anni Novanta con un strabiliante Mastrota, avevano sondato il terreno per campagne digital e social, ma ora ci cascano anche il brand dermocosmetico Eau Thermale Avène e Napisan famoso per i suoi prodotti antibatterici, igienizzanti e disinfettanti.

Sembra proprio che si prediligono sempre più i formati brevi se non brevissimi e i social spot. Ma la vera e più ardua sfida resta quella di riuscire a catturare l’attenzione degli utenti e a fermarli in quel loro incalzante e continuo scrollare il news feed che avviene per lo più da mobile, inneggiando un like, una reaction, e sperando in un click e un commento.

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,
unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...