#PerchéSì: la comunicazione sui vaccini diventa social ed innovativa

#PerchéSì: la comunicazione sui vaccini diventa social ed innovativa

Come comunicare al meglio il tema dei vaccini, in un periodo in cui il no vax sta prendendo piede?

La legge che obbliga la vaccinazione pena l’esclusione dalla scuola e multe, ha intensificato e messo in marcia il movimento antivaccinista che accusano i vaccini di autismo, sindromi autoimmuni ed altre patologie, di voler aumentare i profitti delle aziende farmaceutiche e che il numero di vaccini per un neonato sono eccessivi e non riescono neanche ad assorbirli. Il dibattito pubblico che coinvolge la società e la politica, è aperto, si inasprisce sempre più e coinvolge anche i social ed il web, diffondendo spesso un’informazione distorta.

Ed in questa cornice si va ad inserire la seconda edizione di #PerchèSì, contest ed hackathon promossi da Sanofi Pasteur per rendere virali buone idee, progetti e promuovere la cultura della prevenzione, della comunicazione medico-scientifica, mettendo al centro il valore per la persona e la sanità pubblica.

L’informazione dei vaccini passa per il web ed i social

Secondo la recente analisi “I vaccini per l’infanzia sul web” condotta dall’Health Web Observatory, il tema dei vaccini è fortemente presente sul web con un ruolo preponderante giocato dai social media. Sono state monitorate keywords centrate sul tema e sono state rinvenute oltre 39.508 menzioni in totale in tre mesi.

Gli utenti cercano informazioni sui social nel 60% dei casi, in particolare da Twitter (31%) e Facebook (20%), rispetto al 40% relativo ai siti web. Il sentiment che emerge sul web è prevalentemente negativo (44% del totale delle menzioni) anche se seguito da una percentuale poco minore risulta essere neutrale (40%), mentre solo il 16% risulta positivo. Comunque sono positive le menzioni da parte di oltre 3milioni e 300mila utenti su Twitter e oltre 1 milione e 100mila su Facebook.

Ad informarsi in rete per quanto riguarda le tematiche relative ai vaccini sono soprattutto utenti di una fascia di età intermedia, probabilmente genitori: il 30% appartiene alla fascia tra i 45 e i 54 anni ed il 23% quella tra i 35 i 44 anni. L’attenzione è particolarmente elevata nel Friuli, seguito da Valle d’Aosta, Marche, Lazio e Veneto.

L’importanza e la sicurezza dei vaccini

Ma a che cosa servono i vaccini? Sono sicure le vaccinazioni?

Sanofi_influenza_importanza dei vaccini

I vaccini aiutano il sistema di difesa dell’organismo, il sistema immunitario, attraverso l’ausilio degli antigeni, a sviluppare anticorpi per combattere e fermare virus, batteri e malattie. La ricerca individua quindi l’antigene (parte inattiva o frammentata o purificata di virus o batteri) con centinaia di test e controlli, con verifica anche dei laboratori. La sicurezza dei vaccini viene monitorata costantemente secondo le leggi internazionali e la rete internazionale di vigilanza che monitora anche segnalazioni di effetti collaterali, oltre ad aver la supervisione e le autorizzazioni da enti nazionali ed internazionali come AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ed EMA (European Medicines Agency).

Sanofi Pasteur & la comunicazione efficace sui vaccini

La società biofarmaceutica Sanofi è molto attiva sui social ed è una realtà aperta ed attenta all’innovazione scientifica che trasforma in soluzioni per i bisogni terapeutici e per la salute delle persone in tutto il mondo. Infatti risulta la Best social company 2018, premiata ad ottobre scorso sul palco dello Spazio Novecento a Roma nell’ambito della sesta edizione di AboutPharma Digital Awards 2018. Inoltre, il progetto #Perchésì è stato premiato nella categoria “Progetti di digitalizzazione delle industrie lifescience/Multichannel e social marketing”.

Il progetto #PerchéSì è promosso da Sanofi Pasteur, divisione vaccini dell’industria farmaceutica Sanofi, e comprende un contest ed il primo hackathon italiano dedicato alla corretta ed efficace comunicazione in ambito vaccinale.

Il contest #PerchéSì

Il contest #PerchéSì intende accedere i riflettori sulle migliori campagne di comunicazione sui vaccini attivate negli ultimi 18 mesi, da parte di operatori della sanità pubblica (Asl, ospedali, cliniche, distretti sanitari), università, associazioni, società scientifiche e giovani creativi.

C’è tempo fino al 30 aprile per caricare il proprio progetto sul sito Laboratorioperchesi.it. I dieci finalisti parteciperanno, insieme a startupper e studenti, ai tavoli di lavoro dell’hackathon. Il 26 giugno sarà proclamato il progetto vincitore, che sarà valutato da una giuria composta dai rappresentanti del “Calendario per la Vita” e da esperti di sanità e comunicazione. I vincitori beneficeranno della partecipazione ad un master in comunicazione digitale promosso da Tree presso il Centro Copernico di Milano.

L’hackathon #PerchéSì

L’hackathon #PerchéSì è un laboratorio di idee per lavorare su nuove forme di comunicazione sui vaccini. Ci saranno 10 team, composti da creativi, designer, startupper, studenti e neolaureati in comunicazione medico-scientifica, freelance ed appassionati al mondo del visual, del video e della comunicazione che avranno a disposizione un giorno e mezzo per ideare e realizzare una campagna di comunicazione virale sul valore dei vaccini. Il team vincitore si aggiudicherà un viaggio-studio presso l’Institute of Interaction Design di Copenaghen.

Conclusioni

Il progetto coinvolge diversi attori del sistema e differenti stakeholder, per comunicare in modo nuovo ed innovativo, ma soprattutto in modo scientifico, autorevole, con semplicità, empatia ed efficacia, la prevenzione ed i vaccini per combattere le fake news ed incentivare la fiducia, evitando che la disinformazione che viaggia soprattutto sui social, minacci e trasmetta un’immagine falsata e negativa della vaccinazione.

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,
unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

Un pensiero riguardo “#PerchéSì: la comunicazione sui vaccini diventa social ed innovativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...