Pinterest per aziende e start up [Infografica]

Pinterest per aziende e start up [Infografica]

Dopo i suggerimenti su come utilizzare Instagram in una strategia di web marketing per aziende e start up, e su come sviluppare una visual strategy con le Instagram Stories, vediamo ora il social network basato sulle immagini, sulle boards e i pin. Pinterest, creato nel 2010 da Evan Sharp, Ben Silbermann e Paul Sciarra, è un social network che molto spesso viene sottovalutato in una strategia di visual marketing ma è utilizzato da 175 milioni di persone, l’80% degli utenti vi accede da dispositivi mobili ed offre 100 miliardi di idee quotidianamente. Inoltre, sempre secondo i dati ufficiali del sito, il 72% degli utenti scopre nuovi brand e servizi proprio grazie a Pinterest, l’87% degli utenti ha acquistato un articolo dopo averlo visto sul social, mentre il 93% lo usa per pianificare gli acquisti.

L’essenza di Pinterest è la condivisione di immagini, foto e video, non a caso il nome scelto per il social visual è la crasi di “To Pin” (appendere) e “Interest” (interesse) e si caratterizza per le boards (bacheche), ricorda in pratica quelle bacheche in sughero su cui appendere le foto con le puntine o punesse colorate.

Come utilizzare Pinterest per aziende e start up: suggerimenti, tool e case history

#1. Crea un piano strategico ed editoriale per pinnare

In primis bisogna stabilire gli obiettivi che si intende perseguire attraverso l’implementazione di una visual strategy, se aumentare la conoscenza del brand, il coinvolgimento o il traffico. In particolare, se si vuole utilizzare Pinterest per attirare traffico sul sito web dell’azienda o start up, occorre impostare l’indirizzo del sito nella descrizione. Si può decidere anche di puntare su Rich Pin, ovvero pin dettagliati che mostrano i prezzi, le indicazioni per l’acquisto e la disponibilità in tempo reale dei prodotti. E per i pin di ricette indicano anche gli ingredienti, i tempi di cottura e le porzioni. Mentre per i pin degli articoli si possono inserire anche titolo, autore e descrizione della notizia.

Pinterest per aziende e start up

#2. Crea ed organizza le boards

Crea un account business col nome e il logo dell’azienda o start up, e descrivi il tuo business con parole chiave pertinenti ed imposta il link al sito web. Occorre creare le boards in base agli argomenti, impostando il titolo e la categoria. Meglio dividere le bacheche anche in base alle fonti, materiali e contenuti creati dal brand o fonti esterne e di altri utenti. L’organizzazione è tutto, andrà a sviluppare il racconto, l’identità e i valori dell’azienda e start up e ad incidere sulla percezione che gli utenti avranno.

Si possono creare anche bacheche segrete che saranno visualizzabili solo ai gestori dell’account e possono essere comode per raccogliere materiali utili per spunti e approfondimenti alle risorse interne dell’azienda o start up.

Pinterest per aziende e start up

#3. Crea ed unisciti a boards collaborative

Si può decidere di creare board di gruppo che sono di solito molto popolari su Pinterest, a cui il creatore della bacheca può invitare più utenti a collaborare e a condividere pin, ma occorre che si ci segue a vicenda, basta anche solo una board. Le boards collaborative aiutano ad ottenere più visibilità e follower, inoltre potrebbero essere utilizzate in simultanea da clienti, fornitori, dipendenti, o fan di tutto il mondo di un determinato brand.

Pinterest for business: case history di brand su Pinterest

#4. Pinna contenuti visivi originali e repinna contenuti altrui

Dopo aver caricato l’immagine o la foto o il video occorre inserire una descrizione, utilizzando i 500 caratteri disponibili, sfruttando anche hashtag con le parole chiave, si possono anche taggare gli utenti interessanti o coinvolti in particolari immagini o foto. Ma Pinterest essendo un social, più si interagisce con commenti e like e repin con le board degli altri utenti e più il proprio brand ne risentirà in visibilità e ne guadagnerà in engagement.

Per trovare facilmente tutte le boards di Pinterest organizzate per categorie si può utilizzare pingroupie.com.

#5. Aggiungi il bottone “Pin” al sito web

Sul sito web aziendale, su tutte le pagine con contenuti, articoli del blog o con immagini dei prodotti, è bene aggiungere il bottone di condivisione di Pinterest. Inoltre deve essere bene presente, insieme alle icone degli altri social, nella homepage del sito e nelle newsletter da inviare. E per rendere veloce la condivisione nelle boards di Pinterest, è ottimale scaricare il bottone Pinterest per il browser, per pinnare dal web con un semplice click, salvando immediatamente immagini e relativa fonte.

#6. Condividi le boards e i pin con gli altri profili social

Promuovere board ed anche pin con gli altri social su cui è presente l’azienda o start up, come Facebook, Twitter, Google +, consente di aumentare la visibilità ed il traffico.

#7. Misura gli insight

L’account business permette di visualizzare direttamente le statistiche all’interno della piattaforma. Si può utilizzare anche tailwind per programmare i pin da condividere, monitorare le conversazioni, incrementare la reach e analizzare le performance. Inoltre, consente di tenere sotto controllo il numero dei follower e dei pin nell’ultima settimana attraverso un servizio di alert via mail. Un altro tool per monitorare l’account Pinterest e per farlo crescere in termini di follower e per promuovere i propri pin, è Viralwoot.

Come promuovere il proprio brand su Pinterest: Approfondimento

Per promuovere la propria azienda o start up su Pinterest, crea un viaggio emozionale e racconta per immagini la tua storia e la tua filosofia e mission e mostra nella loro veste più attraente e nella loro miglior luce i tuoi prodotti e servizi.

Ad esempio Brunelli dal 1938 produce formaggi freschi e stagionati romani e prodotti caseari regionali e si racconta attraverso foto d’epoca, video, immagini di prodotti e ricette.

Pinterest per aziende e start up

Inserisci foto dei dipendenti, degli eventi aziendali o degli eventi a cui si partecipa, mostra le testimonianze dei clienti, crea infografiche e condividile insieme alle immagini degli articoli del blog ed i guest blog post. Neanche su Pinterest non possono mancare le frasi motivazionali, le citazioni e le frasi d’autore.

Suggerisci idee intorno al tuo business ed ancora come creare biglietti da visita personalizzati, creativi o riciclati o particolari cartellini per abiti con lavorazioni serigrafiche o in pelle o cerca di ispirare per creare un packaging davvero unici, per sviluppare la visual identity di aziende o start up.

Se un’azienda è del settore fashion, si possono suggerire i migliori blog e magazine di moda, i trend della moda sia presenti, che passati, che anticiparli, celebrare lo stile delle star, indicare i migliori luoghi di shopping. Ad esempio il brand Sisley in questa board mostra la collezione Primavera/Estate 2017.

Pinterest per aziende e start up. Case history

Nella bacheca sono stati condivisi anche i video della collezione Primavera/Estate 2017 di Sisley, caricati originariamente nel canale YouTube del brand italiano di abbigliamento.

Come promuovere un brand su Pinterest

Inoltre altri argomenti molto in voga su Pinterest sono i suggerimenti per il make up e per gli outfit a seconda della conformazione del proprio fisico ed ancora idee su pettinature e tagli e colori di capelli.

Come utilizzare Pinterest per aziende e start up: suggerimenti, tool e case history

 Ad esempio ecco la board con gli abbinamenti proposti da Coin per avere lo stile più adatto in base agli impegni e agli eventi.

Come promuovere il proprio brand su Pinterest:

E si possono ammirare e lasciarsi affascinare da un’infinità di modelli di scarpe, decolté e meravigliosi sandali, ma anche borse a gogò. Ed ancora gioielli, e parure coordinati per forma e stile.

Come promuovere il proprio brand su Pinterest:

Per il settore food si possono mostrare succulenti immagini e foto di piatti prelibati ed invitanti, suggerire ricette e abbinamenti di vini, ristoranti, dove recarsi per mangiare sano o dove trovare il miglior cibo o la cucina tipica del luogo, idee per organizzare party e feste super esclusive.

Ad esempio Valfrutta punta sul rispetto della natura e su un sistema genuino e le sue board su Pinterest riflettono questi valori. Infatti alcune delle sue bacheche sono: “Mangiamo Naturale”, “Pensiamo Naturale”, “Vegetables Passion”, “Carnevale 100% Naturale”, “Vivere Naturale”.

Valfrutta su Pinterest case history

Per il settore travel si possono condividere immagini delle migliori spiagge, delle migliori destinazioni, ristoranti ed hotel, idee su vacanze per famiglie, per bambini e per sposi o fidanzati. Inoltre si possono creare board dedicate esclusivamente a una regione, mostrandone tutte le bellezze, le specialità e le città.

Come promuovere il proprio brand su Pinterest

Per il settore fitness si può puntare ad immagini per uno stile di vita salutare, su cosa indossare, sugli indumenti e le scarpe più adatte per fare sport, sulle frasi motivazionali e di atleti, ed ancora ricette salutari, foto e video di esercizi e di sport.

Si può coinvolgere anche la propria community come ha fatto Goldenpoint con la campagna #NudiTé e il modo speciale di essere donna.

Pinterest per aziende e start up

Infografica: Pinterest for business

Pinterest per aziende e startup

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,

unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

4 pensieri riguardo “Pinterest per aziende e start up [Infografica]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...