True Places: innovare attraverso lo slow tourism e la gamification. L’intervista ad Armando Castaldo

True Places: innovare attraverso lo slow tourism e la gamification. L’intervista ad Armando Castaldo

Oggi per la rubrica #travelintech andremo alla scoperta di luoghi nascosti e caratteristici con la start up modenese True Places che promuove lo slow tourism ed applica la gamification al settore travel per incentivare il turismo culturale italiano.

L’app di True Places, ideata da esperti operatori turistici, permette di costruire un itinerario esperienziale personalizzato, inserendo il punto di partenza e di arrivo, e scoprendo lungo il percorso luoghi meravigliosi, tappe imperdibili, posti insoliti e seminascosti che magari non rientrano nelle classiche mete turistiche. Per ritagliarsi un tour su misura, anche durante un determinato tragitto di viaggio, basta selezionare le categorie d’interesse, in base alle proprie esigenze e gusti personali.

Si può optare tra un percorso dedicato alla cultura (castelli, borghi, siti patrimonio Unesco, chiese), ai motori, alla gastronomia, all’enoturismo, al wellness, alla natura, allo shopping, al divertimento. In base ai filtri impostati, l’algoritmo suggerirà i luoghi in cui fare tappa, le strutture migliori in cui soggiornare, le attività da svolgere, le attrazioni turistiche da visitare.

Ruolo importante gioca la community di True Places con cui condividere le proprie esperienze di viaggio e recensire le mete. Chiunque può divenire TruePlacer, “ambasciatore del proprio territorio” (con la possibilità di guadagnare viaggiando), suggerendo i luoghi d’Italia meno conosciuti ed imperdibili, ma anche ristoranti, botteghe artigiane, candidandoli a diventare Point of Interest (POI).

Scopriamone di più su True Places con l’intervista ad Armando Castaldo, web e communication specialist, che ci svelerà le idee innovative che la start up modenese realizzerà e come introdurrà la gamification in ambito travel per affascinare soprattutto i turisti internazionali.

 

True Placeces start up innovativa travel_intervista Armando Castaldo_Web & Communication SpecialistCome nasce l’idea di True Places?  Dall’idea allo sviluppo all’implementazione: come vi siete mossi?


L’idea di True Places nasce durante l’organizzazione un viaggio di lavoro tra le principali città della Spagna, durante i quali cercavamo di ottimizzare gli spostamenti da una città all’altra in cui avevamo fissato i vari meeting, cercando di fare turismo.

Ma ci risultava complesso e poco intuitivo trovare in modo facile e veloce luoghi e mete intermedie durante i nostri spostamenti. Al giorno d’oggi è difficile e confusionario trovare luoghi di interesse lungo un percorso.

Blog, app e siti turistici ti suggeriscono cosa fare una volta sul posto. Ma nessuna realtà al momento ti racconta cosa puoi fare e vedere tra l’alfa e l’omega del tuo viaggio. Almeno prima della nascita di True Places.

Per questo abbiamo deciso di trovare una soluzione ed essere noi per primi promotori di questo turismo alternativo, perché essendo noi parte di questa fetta di viaggiatori, chi meglio di noi sapeva come poter risolvere questa mancanza?

TruePlaces è composta da figure che da sempre lavorano nel settore dell’agenzia di viaggi, pertanto conosciamo bene le esigenze dei viaggiatori. Lo sviluppo dell’app ha richiesto tempo ed energie che però sono state ben spese in difficili algoritmi, che permettono l’elaborazione di itinerari complessi, che passano per le attrazioni proposte e selezionate, e la continua ed intensa ricerca di nuovi punti da inserire, fornendo così un servizio ideale e di qualità per chi ama viaggiare calandosi nelle realtà circostanti.

Il team da chi è composto? Quali le rispettive mansioni ed i campi di specializzazione?

Il nostro team si compone di cinque figure, viaggiatori ed esperti del settore turistico, grazie agli anni di esperienza in agenzia di viaggio.

I CEO sono Michelle Fabbri ed Enrico Mirotti si avvalgono dell’aiuto di Fabio Fabbri come sales manager e Assunta Di Cristofaro come partner manager e poi, ci sono io, Armando Castaldo, che mi occupo di comunicazione e ricopro il ruolo di digital strategist.

True Places come funziona? Quali servizi offre? Quali funzioni prevede? Cos’è lo slow tourism?

True Places è un’app che vuole rendere lo slow tourism di facile fruizione, rendendo accessibili i posti lontani dalle rotte classiche del turismo di massa.  Il “Turismo Lento” promuove la qualità e l’esperienza contrapponendosi al turismo di massa, veloce e di consumo che poco valorizza le tipicità di un luogo. Abbiamo quindi deciso di sviluppare un’app che una volta inseriti punto di partenza e destinazione, di un viaggio, tramite un ricercato algoritmo ci mostra lungo tutto il percorso eventuali punti di interesse, proposti tramite un apposito filtro che possiamo impostare.

Una volta selezionati i luoghi di interesse (che sia culturale, esperienziale o enogastronomico) tramite l’integrazione di Google Maps ci propone un itinerario alternativo che passa attraverso i punti scelti per farci poi arrivare alla meta tramite un vero e proprio viaggio esperienziale. In questo modo abbiamo voluto differenziarci dal concetto di turismo around me dove i punti che di solito ci vengono proposti tramite le altre applicazioni sono limitatamente segnalate attorno a noi in un raggio di qualche chilometro senza farci vedere cosa si può trovare “on the road”.

 

Come si diventa un trueplacer? Come guadagnare, viaggiando?

In realtà “Trueplacer” non lo si diventa, ma è una filosofia dentro tutti noi e va solamente “risvegliato” tramite la voglia di scoprire e calarsi nella cultura dei posti, anche meno di successo e più tradizionali. Il termine Trueplacer infatti, al di là di chi usa la nostra app, sta ad indicare il viaggiatore itinerante amante dei Posti Veri, ovvero quei posti magari di nicchia e meno conosciuti ma affascinanti, pieni di caratteristiche e spesso con l’ambizione di fare turismo differenziandosi dalle grandi mete caotiche. Per quanto riguarda la promozione Guadagnare Viaggiando era una promozione della durata di 6 mesi, ora conclusasi, dove premiavamo tramite un rimborso simbolico di 10 euro i Trueplacer che proponevano luoghi di interesse che venivano poi scelti per essere inserire dentro il nostro circuito TruePlaces.

 

Come una start up innovativa turistica come True Places, decide di presidiare i social?

Essendo Trueplaces una start up nativa digitale e composta da un team giovane, sappiamo l’importanza che hanno i social al giorno d’oggi in quanto a potere comunicativo. Ovviamente per la comunicazione utilizziamo anche i canali tradizionali, ma i social ci forniscono giorno dopo giorno anche dati importanti per analizzare le preferenze dei nostri True Placer che ci seguono e proporre periodicamente mete interessanti tramite i nostri social.

Abbiamo una risorsa dedicata alla gestione del Piano Editoriale Digitale per i canali Facebook ed Instagram. In ottica futura per una presenza sempre più ampia e rivolta ad un target ben specifico intendiamo investire in un progetto di influencer marketing, coinvolgendo piccoli blogger che credano realmente nel progetto e riescano a fare da cassa di risonanza alle nostre iniziative.

Turismo, innovazione, digitale, business: come questi “ingredienti” si riescono ad amalgamare per valorizzare territori, meraviglie e luoghi d’Italia poco conosciuti?

In tutto questo grande contesto di multinazionali e finanza, business e tecnologia ci dimentichiamo, e spesso sottovalutiamo, il grandissimo potenziale che ha il piccolo artigianato italiano (enogastronomico e piccole produzioni locali) e le località più piccole in termini di turismo. Sembrano dei binomi impossibili da accostare quando in realtà il business e le idee vincenti nascono proprio laddove tendiamo a sottovalutare la capacità di successo.

Per questo motivo abbiamo deciso di investire in questi luoghi creando sinergie volte al proporre qualcosa di innovativo e differente dal solito cliché di viaggio in Italia, diventando appunto innovatori del campo e promotori di un turismo sostenibile e che arricchisca di esperienze ed emozioni il viaggiatore. Valorizzare piccole realtà locali o territori risulta facile quando si ha dalla nostra una parola semplice ma potentissima, che attrae e affascina i turisti internazionali: la tradizione.

Infatti, è sulla tradizione che facciamo leva, poiché è quella a suscitare il fascino per certi luoghi. Tradizione vuol dire: avere caratteristiche specifiche in un determinato luogo che ti contraddistingue dagli altri! Ed è proponendo questi luoghi dalle tradizioni affascinati che vogliamo attirare le persone.

In tutto questo la comunicazione deve essere necessariamente “smart” e “mobile friendly” per stare al passo alle nuove esigenze e poter essere sempre aggiornati e di facile fruizione per chiunque.

 

Che cos’è l’innovazione? Come la gamification può essere usata per innovare nell’ambito travel?

 Come sopracitato, noi ci riteniamo innovatori di un sistema ormai saturo di idee obsolete e ripetitive, è l’innovazione la chiave del successo e del miglioramento continuo. Noi infatti, fin dalla nostra nascita, portiamo avanti idee ambiziose accompagnate da un continuo processo di miglioramento e investimento nelle idee!

Partendo dall’idea del portafoglio elettronico che permette una facile fruizione dei servizi all’interno del circuito (portando vantaggi economici sia ai “Trueplacer” che ai “Truepoint” che si vedono convogliati turisti tramite questi circuiti) fino ad arrivare ad idee innovative di affiliazione al territorio tramite progetti di gamification, ovvero portare i territori all’interno di un gioco che vogliamo sviluppare per rendere il turismo sempre più accattivante e dalle idee innovative.

Infine, ci riteniamo innovatori anche per quel che riguarda una tematica sensibile come quella delle persone con disabilità che a nostro avviso non sono altro che persone con bisogni speciali: come possono esserlo i senior 65 o chi viaggia con bambini piccoli e/o in compagnia di animali. Ci stiamo specializzando infatti nel cercare luoghi che siano in grado di rendere fruibile l’esperienza a tutte queste categoria di persone in modo che possano vivere il proprio tempo libero in modo appagante, senza ostacoli né difficoltà ma in condizioni di autonomia, sicurezza, comfort!

 

Quali gli obiettivi che vi siete prefissati per il prossimo futuro?

Per quanto riguarda gli obiettivi futuri True Places come detto precedentemente, l’intenzione è di sviluppare nuove funzioni o attività che permettano di creare un’app sempre più completa e interessante. La prima idea è quella di rendere fruibile a tutti il servizio, per questo ci stiamo attivando per ampliare sempre di più l’offerta di attività e punti di interesse appositamente fatti per utenti con disabilità e bisogni speciali (genitori, anziani e chi viaggi con animali). Tutto questo verrà sviluppato all’interno di una specifica app in modo che sia di facile fruizione per gli utenti con disabilità.

In seconda battuta per agevolare il circuito economico e creare rapporti sempre più stretti tra i “Trueplacer” e i “Truepoint” stiamo sviluppando l’idea di un portafoglio elettronico che permette numerosi vantaggi ai nostri clienti. Tramite il portafoglio forniremo un bonus del 5% ad ogni ricarico che verrà fatto dai “Trueplacer” sul portafoglio elettronico, ricarico che va a finire su un saldo spendibile esclusivamente all’interno del circuito True Places. E questo sarà un vantaggio per i “Truepoint” che si vedranno convogliare tali somme vincolate al circuito in cui si trovano e non su canali alternativi.

Infine stiamo progettando di sviluppare un gioco per coinvolgere  il turista straniero ad entrare in relazione con il nostro Paese comodamente da casa sua. L’idea è quella di utilizzare il linguaggio universale della gamification per attirare in special modo i turisti internazionali.

Di conseguenza se lato applicativo e comunicazione abbiamo l’obiettivo di raggiungere un numero maggiore di turisti internazionali, dall’altro lato lavoreremo per ampliare sempre di più la vasta gamma di “Truepoint”, il tutto sempre tramite un’attenta selezione da parte della nostra redazione.

 

 

Per restare sempre aggiornato sulle novità ed avere contenuti esclusivi,
unisciti al canale Telegram e segui la pagina Facebook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...